Home » Benessere » Truffe in ambito medico: infermiera assenteista e falso ginecologo

Truffe in ambito medico: infermiera assenteista e falso ginecologo

Non si contano, di questi tempi, le truffe nell’ambito della sanità. Un settore, questo, già martoriato e tagliato dalle manovre governative che soffre la carenza di personale e a quanto pare non può fidarsi nemmeno di quello attivo. E’ storia di questi giorni quella dell’infermiera di Parma che, pur avendo un posto e uno stipendio presso il pubblico ospedale, ha preferito ingannare tutti per guadagnare di più.

La donna andava a lavorare in una clinica privata in un’altra città, e per farlo si dava sempre malata sul luogo di lavoro. Scoperta, è stata licenziata. Ma ancor peggio ha fatto “il dottor” Andrea Stampini di Dolo (Venezia). L’uomo ha esercitato per 40 anni come medico ginecologo senza mai essere stato iscritto all’Albo nè aver mai conseguito la laurea. Il fatto è venuto allo scoperto dopo i danni riportati da un neonato dopo il parto. Il bambino sarebbe dovuto nascere col cesareo, ma l’uomo ha insistito affinché avvenisse il parto naturale, cosa che è avvenuta ma con il piccolo a rischio della vita.

A seguito della denuncia dei genitori, le indagini hanno fatto luce sull’assurdo. Quel medico anziano, dall’aria dolce e affabile, non era mai stato medico. Una fortuna incredibile che in oltre 40 anni di attività nessun altro abbia avuto danni dal suo operato. Fermo restando che un errore umano può capitare anche al miglior luminare abilitato, se succede a una persona che ha rubato la buona fede dei pazienti con l’inganno fa ancora più impressione. Ora si deve stabilire di chi sia la responsabilità: del ginecologo fasullo, certamente, ma anche di chi (ASL, Albo, rappresentanti…) pur avendo contatti con lui ogni giorno non ha mai controllato la sua vita.

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico