Home » Benessere » Carne rossa al bando: verità o nuova "bufala"?

Carne rossa al bando: verità o nuova "bufala"?

Notizia che smartella su tutte le prime pagine: la Organizzazione Mondiale della Sanità starebbe per mettere al bando la carne rossa in quanto “sicuramente cancerogena”. E’ l’articolo che ha scatenato il putiferio, questo del Daily Mail, ma che ancora non trova riscontri ufficiali da parte della OMS. Infatti guardando sul sito e sul Twitter ufficiale dell’ente mondiale, non si trova alcun annuncio in merito.

La notizia aveva messo in allarme tutti i fast food, i ristoranti e gli allevatori del mondo. Pensiamo solo all’Argentina che praticamente vive di commercio di carne! E che fine farebbero tutti i MacDonalds del mondo? Che la OMS abbia messo in guardia contro il consumo eccessivo e sbagliato di carne rossa è vero, è successo spesso, ma senza toni allarmistici. La carne rossa -soprattutto se arrostita male, troppo bruciata- può favorire la comparsa di alcuni tipi di tumore. Mangiare troppa carne rossa può anche far venire i tumori, oltre a decine di altre malattie (come la gotta). Ma da qui a inserirla nell’elenco dei “cibi cancerogeni” ne passa.

Molto probabilmente la OMS sta preparando linee guida sul consumo di carne rossa, che saranno quelle ripetute mille volte: mangiarla massimo 2 volte a settimana, non di più; cuocerla bene ma senza esagerare; consumarla insieme ad altri alimenti, e così via. Ad oggi, dunque, non ci sono ancora conferme ufficiali sulla dichiarazione di pericolosità della carne rossa, che rimane un ottimo alimento soprattutto per l’apporto di vitamine e di ferro, necessario per i bambini in crescita e per le persone che devono riprendersi dopo una malattia. E necessaria per tutti noi … con la dovuta moderazione.

admin

x

Guarda anche

Ricerca, fertilità maschile messa a rischio dal rumore

La fertilità maschile messa a rischio dal rumore. L’allarme arriva da uno studio condotto dall’università ...

Condividi con un amico