Home » Benessere » ISMETT di Palermo: storico trapianto multiplo

ISMETT di Palermo: storico trapianto multiplo

La chiamano “operazione straordinaria” ed è avvenuta a Palermo, all’ISMETT, salvando la vita a un ragazzo della provincia di Enna: si tratta di un trapianto in contemporanea di fegato e di tutti e due i polmoni. “Straordinaria” per varie ragioni: primo per la disponibilità allo stesso tempo di tanti organi, secondo per la metodologia usata (già eseguita nel mondo, ma mai in Italia).

Il giovane paziente soffriva di fibrosi cistica, malattia genetica progressiva e mortale, che nel corso degli anni aveva bloccato sia i polmoni che il fegato. La sua salvezza era un trapianto multiplo e quando è arrivata la disponibilità, grazie alla donazione di un ragazzo di Palermo morto prematuramente per incidente, si è subito messo in moto l’universo ISMETT, orgoglio di Sicilia e del meridione. Non solo l’intervento è avvenuto in stato di circolazione extracorporea ma per il trapianto epatico si è usata la tecnica dello “split-liver”. Cioè, si è diviso il fegato in due usandone metà per questo paziente e metà per un altro, salvando così vite umane.

Il fegato infatti può funzionare anche con quantità minore di materia in quanto capace di rigenerarsi da solo. L’intervento, lungo e complesso, è avvenuto il 7 ottobre ma la notizia è stata data oggi perché il paziente è sicuramente fuori pericolo e si può dire che tutto è andato per il meglio. Non sono molti i posti al mondo in grado di eseguire questi interventi difficili, e in Italia l’ISMETT di Palermo è l’unico – a sud di Roma- che si è cimentato con successo in questa prova. Il successo ottenuto ne alza certamente la qualità operativa e il prestigio nel mondo.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico