Home » Benessere » Scoperto per caso un metodo curativo anti calvizie

Scoperto per caso un metodo curativo anti calvizie

E’ stato solo un caso, ma come spesso avviene un caso fortunato. E’ successo alla Columbia University di New York, dove alcuni ricercatori stavano studiando i farmaci Ruxolitinib e Tofacitinib relativamente ad altri tipi di malattie ma, mentre lo facevano, si sono accorti che essi stimolavano in maniera nuova e imprevista i follicoli dei peli. Una scoperta rara, perché a detta degli esperti sono pochissime le sostanze in grado di agire così sui follicoli.

Si parla di ricrescita a ciuffi, ricrescita lenta nel tempo. Queste molecole invece fanno crescere i capelli rapidamente e in modo uniforme. Nei topi che venivano trattati con i due farmaci per altre malattie in corso, aumentavano a dismisura i follicoli piliferi e dunque la pelliccia! Si è dunque proceduto ad altri test: prendendo dei follicoli umani e trapiantandoli su tessuto epidermico del topo, in laboratorio, si è visto che la ricrescita funzionava anche in quel caso e dunque si è capito che poteva essere usato per i trattamenti contro la calvizie.

Nello specifico, dopo la applicazione quotidiana per 5 giorni, si ottiene una rapida e uniforme ricrescita dei capelli, grazie alla capacità di questi farmaci e delle loro molecole di inibire gli enzimi JAK, i quali al contrario bloccano la crescita del capello. Sarà la sperimentazione sull’uomo a dirci se il metodo funziona davvero o meno. Presto si testeranno i due farmaci su follicoli umani in pelle umana e da lì capiremo se la scoperta è davvero unica. Già si pensa in grande, a curare malattie come la psoriasi, la alopecia ma anche la comune calvizie maschile che è un dramma minore ma sempre un dramma per chi lo vive.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico