Home » Benessere » L'influenza è arrivata, ma avanza più lentamente del previsto

L'influenza è arrivata, ma avanza più lentamente del previsto

La stagione influenzale vera e propria comincerà a dicembre, ma di norma già ai primi di novembre si registravano i primi casi concreti in giro per l’Europa. Di norma, non quest’anno! Infatti, dai dati che ci arrivano in questi giorni, l’influenza è arrivata ma avanza molto lentamente rispetto a quanto si pensasse.

In Europa i primi casi ci sono stati, ma molto pochi rispetto alla media degli anni passati e questo fa ben sperare per la prevenzione. La campagna del MOIGE infatti mira a questo: “L’influenza che verra’ #previenila”, è il titolo dell’iniziativa rivolta ai genitori dei bimbi delle scuole elementari e medie. E’ dalla scuola infatti che parte il contagio più pesante e il vaccino (con i suoi pro e contro) è l’unica arma di protezione. I virus quest’anno sono quattro, sebbene solo tre saranno quelli davvero attivi e uno potrebbe entrare in gioco ma senza certezza. Non si può sfuggire a tutti insieme, ecco perché occorre proteggersi bene.

Attualmente in virus stagionali di quest’anno sono stati individuati con certezza solo su 23 pazienti, 3 dalla rete di medici sentinella, 17 da fonti non-sentinella e 3 da ricoveri in ospedale. Intervenendo ora con il vaccino (le campagne di vaccinazione sono già iniziate) si garantisce una protezione lunga sei mesi e anche in caso di attacco virale le conseguenze non saranno pesanti come chi non viene protetto. E’ un buon segno che l’influenza stia avanzando lentamente, ma si deve fare di tutto per essere preparati quando prenderà l’accelerata, ovvero tra Natale e il mese di febbraio.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico