Home » Benessere » Estetica: le italiane non si fidano ancora del botulino

Estetica: le italiane non si fidano ancora del botulino

Gli esperti della medicina estetica sono preoccupati. Nonostante ormai sia in uso da moltissimi anni, la terapia del botulino in Italia non attecchisce come dovrebbe. Le donne italiane continuano a non fidarsi di queste innocue iniezioni sottopelle che -grazie all’azione della tossina- riescono a stirare le rughe e a ringiovanire l’espressione.

Vero che sul botulino e sui suoi effetti si è scritto tutto e il contrario di tutto, ma ormai con Internet dovrebbe esserci più informazione. Eppure, come appare dal sito dell’Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino, il 25% dei “clic” che riguardano la loro pagina è rivolto alla composizione e possibili complicazioni da iniezione da botulino. Il dubbio è che la gente si fermi solo agli aspetti negativi ignorando del tutto quelli positivi, e soprattutto i consigli e le testimonianze di chi il botulino lo ha fatto senza alcun problema.
Si tratta dunque di pigrizia: le donne non vanno oltre quello che vogliono sapere sui rischi, ma se si informassero meglio scoprirebbero anche le tantissime qualità di questa tossina. Che non è vero che “deforma e paralizza il viso”, non è vero che il botulino è uguale al filler, per dirne alcune. Il botulino viene usato non solo in medicina estetica ma anche per risolvere alcune patologie come l’iperidrosi e la cefalea. Se fosse tanto dannoso si consentirebbe l’uso per questi disturbi importanti? I controlli sono serratissimi e sicuri e se anche capita -in un caso su mille- una reazione anomala forse dipende da caratteristiche dell’individuo in questione, non dalla cura. Parlando con il vostro medico estetico, in ogni caso, si possono evitare queste brutte sorprese in anticipo.

admin

x

Guarda anche

Abbronzatura, veri e falsi miti

La famosa tintarella non è un affare da poco. Ci si prepara per mesi, perché ...

Condividi con un amico