Home » Benessere » Medici preparano lo sciopero in dicembre

Medici preparano lo sciopero in dicembre

Come ogni anno, la manovra economica non va giù ai camici bianchi. I troppi tagli alla Sanità mettono in ginocchio un settore già troppo attaccato e lasciano senza mezzi e risorse ospedali e ambulatori. Anche in vista della nuova legge europea finalmente recepita dall’Italia, che dal 25 novembre imporrà turni di riposo ogni TOT ore di lavoro, il settore sanitario dovrà fare nuove assunzioni. E come, se mancano i soldi?

I medici dunque preparano uno sciopero generale che, secondo tutte le sigle sindacali coinvolte, dovrebbe scattare il 16 dicembre. Il ministro Beatrice Lorenzin dichiara: “Rispetto i diritti di sciopero della categoria, ma credo che la Sanità abbia imboccato una strada giusta”, insomma i tagli ci sono stati e i disagi pure, ma dovrebbero condurre verso un miglioramento che non giustifica la protesta, dice il ministro. Ma le sigle sindacali spiegano il perché del malcontento. Primo, i tagli ai fondi che dal 2017 peggioreranno di molto. Secondo, un tempo a medici e infermieri venivano dati fondi extra di sostegno all’attività, oggi invece gli si toglie anche quel poco che spetta di diritto.

Ma oltre a questi disagi prettamente economici, rimane ancora il problema delle troppe denunce, quasi sempre a carico dei professionisti. Un medico non può operare tranquillamente se deve sempre aver paura del minimo errore, che si paga con mesi di processo (quasi sempre poi conclusi in una assoluzione per non aver commesso il fatto). Insomma, i dottori chiedono sicurezza, protezione, sostegno e soprattutto aiuti. E gli aiuti sono le assunzioni. Occorrono per lo meno 5.000 nuovi medici, che ci sono… perché i giovani dottori che vanno a lavorare all’estero lo dimostrano. Occorre il modo di farli rimanere, e non si ottiene certo continuando a tagliare fondi preziosi.

admin

x

Guarda anche

Ecco la malattia dei viaggiatori

I sintomi sono facilmente riconoscibili: appena tornati da una vacanza si prenota subito quella successiva; ...

Condividi con un amico