Home » Benessere » Curare la pressione con musica e respiro

Curare la pressione con musica e respiro

Soffrite di pressione alta, siete sempre in ansia, in movimento e in agitazione? Di solito vi consigliano terapie farmacologiche che mantengano la pressione sanguigna entro i limiti, per evitare conseguenze come ictus e disturbi cardiaci. Ma esistono metodi naturali che possono aiutare quelli chimici e insieme agire per il nostro bene. Tra questi le tecniche di rilassamento, lo yoga e di recente anche la musicoterapia.

Ma attenzione…la musica da sola, lo yoga da solo, le tecniche rilassanti presi singolarmente non hanno sempre effetto, perché è l’insieme delle cose a funzionare. Lo ha rivelato un piccolo esperimento dell’Unviersità di Firenze su 90 persone che soffrivano di ipertensione. In base alla suddivisione, alcuni ascoltavano solo musica, altri facevano esercizi di respirazione guidata e altri entrambe le cose. Si è verificato che le persone che associavano musica e respirazione avevano maggiori benefici. In dettaglio, 6 millimetri di mercurio meno nella misurazione della pressione media giornaliera.

Il respiro, spiegano gli esperti, agisce sul sistema nervoso simpatico che regola l’attività di molte aree del corpo. Quindi respirare bene, respirare in fase di rilassamento, senza pensieri e senza fretta, permette di rigenerare tutto il nostro lato fisico. Associando la musica alla respirazione permette di aggiungere benefici a benefici: la musica, infatti, può regolare il nostro battito cardiaco, inoltre cattura la mente e la porta a concentrarsi su sensazioni specifiche, rilassandola. In tutto questo, la musica può rendere più facili i movimenti fisici per cui facilita la respirazione. Nell’insieme, il lavoro di rilassamento è globale e tale che la pressione si ridimensiona anche senza l’aiuto dei farmaci.

admin

x

Guarda anche

Il panico dell’attacco di panico …

Esiste una malattia che forse… non esiste. E non lo diciamo per sminuire la cosa, ...

Condividi con un amico