Home » Benessere » Come impedire a un figlio di cominciare a fumare?

Come impedire a un figlio di cominciare a fumare?

Una domanda interessante viene sollevata dall’inserto della salute di Famiglia Cristiana, “Ben Essere”. Ad una madre preoccupata per la figlia adolescente che prova già le sigarette, viene consigliato di tentare con un dialogo continuo. Forse ad alcuni sembrerà una soluzione banale, ma il problema è difficile e cambia da famiglia a famiglia, e da soggetto a soggetto. Certo è che gli adolescenti fumano sempre più e sempre prima, cominciando anche in prima media.

Proibire il fumo è tempo perso, perché a volte lo spirito di contraddizione tipico dell’età porterà anzi a cercare il vizio con più gusto. Spaventare i ragazzi con storie orrende è anche esagerato, perchè mette in loro paure nuove che magari non provano. La via migliore è quella “media”, come sempre, ovvero usare un po’ di questo e un po’ di quell’altro. Quale che sia la gestione del problema, non fate mancare mai il dialogo e il confronto. E continuate a ribadire la pericolosità del fumo, anche se inizialmente sembra che il ragazzo non ascolti. In realtà, come genitori, solo voi sapete qual è il metodo migliore da usare in base ai figli.

Se uno è pauroso forse basterà solo ribadire la malattia polmonare del nonno per tenerlo lontano dalle sigarette, senza esagerare ma senza nascondere gli eventi. Se un altro figlio è più spavaldo, magari potete lasciare che provi e al primo problema di salute dare la colpa al fumo. O altrimenti potete fare come suggerivano gli esperti americani, un tempo nemmeno tanto lontano. Far provare al ragazzino la sigaretta a digiuno e insieme a qualcosa di liquido nello stomaco. La nausea è quasi sempre assicurata e con essa anche il disgusto per le sigarette. Condividete con loro le vostre esperienze, giuste o sbagliate che siano, e siate pronti a dire anche “te lo avevo detto”, ma con estrema dolcezza.

admin

x

Guarda anche

Ritrovarsi (vivi) dopo il tumore. La storia che commuove il web

Tra tante notizie di guerra, minacce, pestaggi e femminicidio… ogni tanto ci vuole qualcosa che ...

Condividi con un amico