Home » Benessere » Il giorno "della Gentilezza" per insegnarla ai maschi moderni

Il giorno "della Gentilezza" per insegnarla ai maschi moderni

Oggi è venerdì 13, ma se non siete per forza superstiziosi potreste invece celebrare la “Giornata della Gentilezza” ideata in Giappone nel 1997. E se allora era solo un’invenzione simpatica, oggi è qualcosa di veramente importante perchè nel mondo 2.0 l’arroganza domina sovrana e di gentilezza c’è davvero bisogno. Ce n’è bisogno nei giovani, ma anche negli adulti, in particolare negli uomini. Non è facile dimenticare i troppi atti di violenza contro le donne in aumento negli ultimi 10 anni.

Concetti come romanticismo, cavalleria, delicatezza sono considerati ridicoli o “da deboli” e invece si esalta solo quel che è volgare e cattivo. Ritrovare gentilezza in noi stessi, insegnarla ai nostri figli, è un inizio per cambiare la nostra società pesante. In particolare, occorre educare alla gentilezza i maschi, primo passo importante nella lotta ai femminicidi. E proprio per loro, per i signori uomini, è stata pensata l’iniziativa del magazine “Elle” sezione italiana, che ha deciso di ricordare ai mariti, fidanzati, padri e amici che tipo di maschio vorrebbero le donne. No, non Rambo… piuttosto Alberto Angela o uno tra i begli attori e personaggi mostrati sulla pagina online del magazine.

E così ecco Aiden di “Sex and the City”, ecco Dawson Leery di “Dawson’s Creek”, ecco Brandon Walsh di “Beverly Hills 90210” e magari in mezzo ci sta anche Charlie Brown dei Peanuts. Il concetto delle donne deboli e paurose che desiderano un maschio forte e prepotente accanto ha ormai ceduto il passo da secoli all’idea di un uomo intellettuale, timido, gentile, anche un po’ sfortunato se vogliamo… perchè la donna mira ad essere madre, prima che amante. E certamente adora confrontarsi con un compagno delicato, e non misurare i muscoli al palestrato di turno. Unica eccezione alla regola, un Chuck Bass (“Gossip Girl”) duro e bastardo quanto basta, ma con un passato doloroso che lo rende in fondo tenero e amorevole.

admin

x

Guarda anche

Il panico dell’attacco di panico …

Esiste una malattia che forse… non esiste. E non lo diciamo per sminuire la cosa, ...

Condividi con un amico