Home » Benessere » "Guardate il mio bimbo e vaccinate i vostri figli", video shock di una mamma

"Guardate il mio bimbo e vaccinate i vostri figli", video shock di una mamma

Va bene la campagna per la vaccinazione, ma forse questa mamma ha un poco esagerato. Lo pensano in tanti, che hanno attaccato il suo profilo facebook, e lo pensano anche alcuni medici sebbene convengano che un messaggio tanto forte possa avere qualche buon effetto. Lei, Rebecca Harreman, una mamma australiana, ha pubblicato sulla propria pagina social un video del suo bambino di pochi mesi affetto da pertosse. Lo ha condito con parole come: “Sono stanca, non dormo da settimane. Vaccinate i vostri figli!”.

E se le intenzioni sono buone, la vista del frugolino che tossisce senza sosta, diventando tutto rosso e straziando il cuore di tante mamme ha scatenato anche polemiche pesanti. Intanto, per bene o per male, il video è stato visto da 1 milione di persone nel mondo e forse avrà qualche buon risvolto nella decisione di altri genitori che non hanno ancora vaccinato i bambini contro le malattie dell’infanzia. Purtroppo morbillo, varicella, rosolia, parotite e pertosse sono malattie che lasciano strascichi anche nella vita adulta e non solo. Se, tramite i bambini, colpiscono adulti non vaccinati possono anche essere mortali in alcuni casi. Ecco perché vaccinare è importante.

In Italia le vaccinazioni sono in calo e questo ha causato un aumento di malattie esantematiche, malattie che stanno aumentando ovunque nel mondo con 50 milioni di casi di pertosse e 300.000 decessi, soprattutto tra i neonati. La mamma australiana risponde alle critiche con un pacato: “Non intendo offendere nessuno con le mie idee ma sono autorizzata a condividere la mia esperienza personale”, che è certamente drammatica anche se tutti speriamo che il suo bimbo possa guarire presto e bene. E che il messaggio, anche con mezzi estremi, arrivi a destinazione.

admin

x

Guarda anche

Ritrovarsi (vivi) dopo il tumore. La storia che commuove il web

Tra tante notizie di guerra, minacce, pestaggi e femminicidio… ogni tanto ci vuole qualcosa che ...

Condividi con un amico