Home » Benessere » Parkinson, ecco il bracciale intelligente

Parkinson, ecco il bracciale intelligente

Il bracciale intelligente che aiuta a individuare il Morbo di Parkinson per tempo nasce dal lavoro di ricercatori italiani e da una ricerca condotta presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. I test sono già partiti e sono in atto in alcuni ospedali della Toscana e pare stiano funzionando come previsto. Il dispositivo ha proprio la forma di un braccialetto ma con un sistema speciale formato da anelli inerziali che devono misurare il movimento di mano, polso e dita.

Ogni minima variazione non giustificata potrebbe essere l’inizio di una sintomatologia del Parinson, e dunque potrebbe consentire al medico di avviare una prevenzione attenta insieme al proprio paziente. L’idea è stata segnalata per il premio del design “Inemo” e ha vinto il primo premio attirando l’attenzione di diverse aziende tecnologiche. Consentendo al medico di osservare i cambiamenti nelle capacità motorie del paziente, il bracciale gli permette anche di diagnosticare con largo anticipo la malattia. Per il Parkinson non ci sono ancora cure, ma si sospetta che intervenendo in tempo sui sintomi si possono per lo meno alleviare.

Attualmente il bracciale è in uso presso il reparto di neurologia dell’ospedale di Carrara su più di 150 pazienti ma viene anche testato su 100 persone sane come gruppo di controllo, per notare le differenze tra le informazioni fornite. Il vantaggio è che il dispositivo può essere usato anche in casa, per cui non distoglie il paziente dalla propria vita quotidiana ma mentre egli continua come sempre le sue attività il medico può tenerlo sotto controllo. Una volta individuato il sospetto di Parkinson, sarà semplice avviare quelle terapie palliative che rallentano di molto i sintomi e chissà che tra un test e l’altro non si arrivi intanto alla scoperta di una cura vera e propria?

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico