Home » Benessere » Dall'Italia la possibile cura per una rara malattia pediatrica

Dall'Italia la possibile cura per una rara malattia pediatrica

Il prestigioso organo scientifico “LANCET” dedica un articolo alla ricerca condotta presso il Gaslini di Genova dove pare sia stata trovata una cura contro la Dermatomiosite Giovanile, una rara malattia reumatologica che potrebbe essere di origine autoimmune e comporta infiammazioni ai vasi sanguigni con dolori muscolari e macchie sulla pelle. Lo studio, eseguito con il contributo di esperti di tutto il mondo, è stato condotto su 140 piccoli pazienti di 30 paesi diversi.

Si è scoperto che l’unione di metotressato e cortisone risulta la migliore terapia per controllare, se non proprio debellare, la DG. In attesa di capire la causa di questa malattia, ancora misteriosa, la nuova terapia per lo meno permetterà di studiare la remissione dei sintomi e dunque di capire cosa funziona e cosa no. Si tratta del primo vero studio che raduna in sé tutte le caratteristiche della malattia, delle terapie finora usate e dei risultati, una sorta di sunto gigantesco che fa da apripista alle ricerche del futuro.

Questo fa del “trattamento Gaslini” il primo vero punto di riferimento per chiunque soffra di questa malattia, che come già detto è molto rara per cui i familiari delle persone malate (quasi sempre bambini e adolescenti) hanno poche certezze a cui aggrapparsi. Grazie ai dati raccolti a Genova, a fine settimana i maggiori esperti di reumatologia pediatrica si riuniranno qui per stilare le prime linee guida riconosciute ufficialmente sulla Dermatomiosite Giovanile e a questo “vademecum” faranno riferimento tutti gli altri centri di cura del mondo. Un riconoscimento di elevata qualità, non solo per il personale dell’ospedale genovese ma in generale per tutta la ricerca italiana che ancora una volta dimostra la propria efficienza davanti agli occhi del mondo.

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico