Home » Benessere » Melanoma: una molecola garantisce sopravvivenza

Melanoma: una molecola garantisce sopravvivenza

Il melanoma è uno dei tumori più aggressivi al mondo. Comincia con un neo o con l’arrossamento di un angolo di pelle e poi si scatena senza quasi lasciar scampo. In passato non c’era speranza contro il tumore della pelle, ma oggi le nuove terapie e l’attenzione per la prevenzione stanno salvando moltissime vite. E inoltre, grazie a una nuova molecola immuno-oncologica, il Nivolumab, il 70,7% dei pazienti colpiti da melanoma sopravvive oltre il limite dell’anno.

Nel dettaglio, più del 70% è ancora vivo ad un anno dalla malattia e il 57,7% è vivo allo scoccare dei due anni. Non era mai successo prima, in soggetti con il tumore in corso. Fino a qualche anno fa, infatti, un melanoma manifesto e attivo uccideva nell’arco di 6 mesi, e nell’arco di un anno il 75% dei pazienti moriva. I dati sono notevolmente cambiati, motivo per cui c’è entusiasmo tra i partecipanti al convegno “Melanoma Bridge”, organizzato dall’Istituto Pascale e dalla Fondazione Melanoma che andrà avanti fino al 5 dicembre. Si stanno confrontando circa 200 grandi esperti mondiali che vogliono fare il punto sui progressi e scoprire le nuove prospettive.

Tra le nuove prospettive, la possibilità di sperimentare la nuova molecola su tutti i pazienti senza bisogno di fare selezioni. Una volta, si agiva solo sui pazienti che presentavano l’espressione della proteina PD-L1 perché si credeva che le terapie funzionassero solo su di essi. Ma Nivolumab funziona anche in soggetti che non presentano quella proteina. Così si è potuta studiare meglio la sopravvivenza e i dati positivi che abbiamo prima elencato sono un messaggio più che incoraggiante. Significa che non solo Nivolumab agisce contro la malattia ma che permane nel tempo, proteggendo il corpo da un suo possibile ritorno. Ricordiamo che il melanoma si può e si deve prevenire, al di là dei progressi della scienza. Per farlo occorre controllare ogni variazione nei propri nei o nelle lacerazioni della pelle, coprirsi quando il sole è troppo caldo e usare creme protettive oppure uscire nelle ore in cui la luce è delicata, ovvero dopo le ore 18, soprattutto in estate.

admin

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico