Home » Benessere » Resta in forma con la "terapia della luce"

Resta in forma con la "terapia della luce"

Vivere in forma anche nel vostro odiato inverno. L’estate è passata, il sole è lontano oppure scialbo, su nel cielo freddo, e voi vi sentite stanchi, depressi, svuotati e magari cercate consolazione nel cibo. Ebbene, esiste un modo per evitare di star male e per rimanere in forma (fisica e mentale) anche durante la stagione fredda. La chiamano “terapia della luce”, LIGHT THERAPY e manco a dirlo viene dagli Stati Uniti.

In realtà è una terapia fondata su elementi scientifici veri. Noi esseri umani funzioniamo con la luce, un po’ come le piante, e secondo il nostro antico istinto animale. Il sole, quindi, è nostro alleato e quando splende meno -come in questa stagione- dobbiamo sostituirlo o ricercarlo. A questo serve la “terapia della luce”, che oltre a curare le persone che soffrono di SAD (disordine affettivo stagionale) può tornar utile a tutti noi. Per seguirla, basta sedersi a circa 50-70 centimetri dalla fonte luminosa, con gli occhi aperti, senza fissare direttamente la luce ma avendola ben addosso, sul viso e sul corpo. Come fonte luminosa potete usare il sole delle ore più calde del giorno, se ne avete la possibilità, o se no le lampade di sale.

Si tratta di lampade che ricreano un’atmosfera calda e rilassante, regolarizzando l’umidità, proteggendo dall’elettromagnetismo e migliorando la qualità degli ambienti. Oltre a questo, ricordatevi di aprire sempre le finestre, anche quando c’è poca luce, perché tutta quella che riuscirete a catalizzare dentro casa vi sarà utile per sentirvi carichi di energia. Molto utile anche aprire le porte e far entrare l’aria, pure se fredda. Il ricambio di aria aiuta a rigenerare corpo e mente e vi farà sentire rinati. Con 15 minuti di ricambio d’aria e 30 minuti di esposizione alla luce, mentre la lampada riscalda intorno, la vostra terapia quotidiana sarà completa.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico