Home » Benessere » I "caffé della morte" dove si psicanalizza la paura

I "caffé della morte" dove si psicanalizza la paura

Esistevano già in diversi Paesi del mondo, tra America ed Europa, ma in Italia non ce n’erano ancora tanti. Oggi sappiamo che esistono a Roma, Parma e da un paio di mesi anche a Bologna. Parliamo dei “Death Café”, i caffé della morte che detto così fa anche paura. Ma non vi fermate al nome, perché cadreste in inganno… non è nulla di macabro, anzi, è qualcosa di molto utile che sta sfidando la concorrenza di decine di psicanalisti.

Nel “caffé della morte” (che comunque ha un nome anche normale, al di là di questo soprannome) si ritrovano persone che devono elaborare un lutto, o che stanno affrontando un periodo difficile con il concetto di morte fin troppo vivo nella mente, o che semplicemente hanno paura, di questi tempi in cui il terrorismo -e i giornalisti che ci marciano sopra!- porta la morte nelle nostre case ogni ora. E allora qui vengono a confrontarsi la madre che ha perso un figlio, il ragazzo che ha appena seppellito la fidanzata, i vedovi, ma anche persone sanissime e senza lutti in famiglia che però sono terrorizzate dall’idea della morte, come è giusto che sia, dato che l’istinto animale dell’uomo mira alla vita.

Il fatto è che la società occidentale ha talmente reso la morte un tabù che ormai la si considera estranea al ciclo vitale, un elemento da rimuovere e dimenticare. Basti solo pensare alle veglie funebri americane che sembrano dei festini! In realtà se si parla della morte la si riporta, lentamente, nella normalità del nostro vissuto, come succedeva nel Medioevo. Diventerà un elemento normale della nostra storia umana e non dovremo temerla più di tanto. L’idea di queste discussioni psicanalitiche davanti a un buon caffé è nata a inizio anni 2000 in Svizzera, su suggerimento del sociologo Bernard Crettaz, ma si è diffusa nel mondo dal 2010 in poi grazie alla propaganda fatta da due psicologi americani. Chi li ha provati giura che funzionano: si entra pieni di angoscia, ma dentro si parla e si ride… e si esce trasformati. E più preparati ad affrontare il destino.

admin

x

Guarda anche

Allergia al latte, Linee guida per diagnosi e trattamento

In arrivo nuove Linee guida realtive alla diagnosi e al trattamento dell’allergia al latte. Dagli ...

Condividi con un amico