Home » Benessere » Come funziona un farmaco

Come funziona un farmaco

Come funziona un farmaco

Il sistema fisiologico e il sistema di trasporto coinvolti nel funzionamento del farmaco.

Il farmaco di solito si lega a recettori, collocati sulla superficie o all’interno delle cellule, che sono la sede o il tramite dei suoi effetti, ma non è sempre così.
Ad esempio, l’acqua salata e zuccherata combatte le dissenterie infantili reidratando l’organismo e ristabilendo l’equilibrio elettrolitico, che sono effetti prettamente fisici.
Nel funzionamento del farmaco sono spesso coinvolti i sistemi fisiologici di trasporto, che l’organismo utilizza per trasportare al proprio interno il materiale necessario al suo sostentamento e funzionamento.

Ne fornisce un elegante esempio l’ossigeno. Il suo trasportatore è l’emoglobina, che lo raccoglie dai polmoni rivestendolo di un involucro protettivo per impedirgli di ustionare o esplodere. Dopo averlo consegnato ai tessuti che lo bruciano, l’emoglobina si carica dell’anidride carbonica, che è prodotta dalla combustione dell’ossigeno, e la trasporta fino ai polmoni, da dove è smaltita nell’atmosfera. Lungo questo percorso, tuttavia, l’anidride carbonica svolge svariati compiti fisiologici, in parte complementari a quelli dell’ossigeno. Se ne ricava una lezione: nella vita, a differenza delle attività dell’uomo, non esistono scorie, perché tutto ciò che esiste è utilizzato per produrre qualcosa.
Nel funzionamento del farmaco sono coinvolti anche i sistemi di trasporto specializzato, che consentono il passaggio attraverso barriere poste dall’organismo a protezione delle sue parti più delicate, come il cervello. Per usufruirne il farmaco deve avere, o assumere, le connotazioni dei suoi corrispettivi fisiologici che se ne servono normalmente. In alternativa, può utilizzare l’apparato nervoso, che ne trasferisce a distanza gli effetti senza bisogno della sua presenza fisica. Per esempio, i farmaci che rilasciano la muscolatura scheletrica inviano al cervello un segnale che lo rasserena. Oltre che della trasmissione nervosa, alcuni farmaci sfruttano quella umorale, che è ugualmente potente, anche se meno precisa.

admin

x

Guarda anche

Niente intervento se l’anestesista è donna

Non occorre essere di fede islamica o cittadini di Paesi dalla mentalità antica per fare ...

Condividi con un amico