Home » Benessere » Il dottore italiano che trapianta fegati tra viventi in Georgia

Il dottore italiano che trapianta fegati tra viventi in Georgia

Trapianti da viventi, operazioni difficili perché si mettono a rischio due vite invece di una e perché si priva una di un organo importante per darlo a chi ne ha bisogno. Non è facile e in pochissimi, al mondo, ne sono esperti. Uno di questi è l’italiano dottor Alfonso Recordare, chirurgo in servizio a Treviso ma che ha portato la sua esperienza nella repubblica della Georgia, a Batumi, istituendo lì un team specializzato che salverà vite umane in loco.

La specializzazione del dottor Recordare è quella dei trapianti di fegato tra viventi e ha deciso di portarla all’estero, e in Georgia in particolare, perché è una soddisfazione personale vedere altri che apprendono dalla tua esperienza e creare gruppi di lavoro armonici ed efficienti che possono rendersi indipendenti nel loro Paese, regalando speranza. In Georgia, questo medico italiano, ci è andato per sfidare un sistema che ancora non riconosce il concetto di “morte cerebrale” e quindi non ammette i trapianti da cadavere. Ma è stato più facile qui sperimentare le donazioni tra viventi.

Così il dottor Recordare ha riunito intorno a sé chirurghi, epatologi, radiologi, infettivologi tutti formati in Georgia, e li ha allenati a diventare i migliori in assoluto. Mentre lavorava con i colleghi georgiani, però, tramite internet aveva sempre contatti con i colleghi italiani che lo aiutavano nelle mosse e nelle decisioni. E spiega anche come mai ci sono molti vantaggi nella donazione tra viventi: dopo il primo, eseguito dal chirurgo giapponese Koichi Tanaka il metodo si è diffuso ovunque e il motivo è che in questo modo si permette di avere più possibilità, invece di attendere la morte di qualcuno, e soprattutto meno rigetti dato che il più delle volte il donatore è un parente stretto. E nonostante tutti i problemi che da questo derivano (incluso l’orribile mercato degli organi clandestino) rimane sempre una scelta favorevole, sia per il donatore che per il ricevente. Anche se, nella Georgia arretrata come nella moderna Europa, occorrono leggi migliori per regolamentare questa pratica.

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico