Home » Benessere » Inizia la settimana Telethon

Inizia la settimana Telethon

E’ dal 1990 che Telethon, in Italia, coinvolge nel sostegno alla ricerca medica i singoli cittadini attraverso la televisione e oggi anche con il web. Arrivato dall’America, dove era già diffuso negli anni Ottanta, questo modo intelligente di raccogliere fondi contro le malattie ha preso piede anche nel nostro Paese con risultati eccezionali che dimostrano la grande generosità degli italiani. Forse siamo un po’ pigri per andare alla posta e compilare moduli di donazione, ma se possiamo inviare soldi con un sms dal divano di casa lo facciamo volentieri, tutti.

E dare soldi a Telethon significa affidarli a mani sicure, che li faranno fruttare proprio lì dove richiesto. Telethon non ha mai deluso le aspettative e non solo aiuta la ricerca a combattere le peggiori malattie, ma permette anche a giovani menti italiane di lavorare restando nel proprio Paese, combattendo anche la “fuga di cervelli”. Da qualche tempo, la maratona televisiva (da cui il nome contratto in TELE-THON) sta puntando alle malattie rare, proprio quelle per le quali i fondi della ricerca non bastano mai. E in un solo anno si sono già investiti 44 milioni di euro. Ieri è iniziata la maratona Telethon per il 2015 che si concluderà giorno 20 dicembre e i primi risultati catapultano già nell’ottimismo.

I soldi di questa raccolta andranno a finanziare uno studio su 10 pazienti: 3 adulti e 7 bambini che vengono seguiti presso l’Istituto San Raffaele-Telethon per la terapia genica di Milano, sotto il coordinamento scientifico di Giuliana Ferrari. Si sta tentando un tipo di cura tramite vettore virale che trasferisce alle cellule del paziente il gene sano e si sta lavorando su questo dal 2002 con 9 milioni di investimento. Ma tra i progetti del 2015 c’è anche uno studio pilota del TIGEM di Pozzuoli, altro istituto creato da Telethon, che collabora col “Bambino Gesù” di Roma, con il policlinico Federico II di Napoli e con il “San Gerardo” di Monza. Si cercherà di aiutare 400 famiglie con malattie rare ereditarie analizzate tramite tecniche di sequenziamento del genoma. Per trattare questi e altri progetti però il cammino è lungo e… costoso. Non sempre i governi hanno questi soldi da dare alla scienza, ma le persone semplici sì, lo fanno col cuore. E non è un caso se Telethon -in 25 anni di attività qui da noi- ha raccolto 450 milioni di euro, tutti andati a buon fine. Oltre all’impegno profuso dalla RAI che in questa settimana darà spazio alle iniziative Telethon, troveremo volontari anche nelle piazze italiane e sui social network e spazi per la donazione nelle filiali della banca Bnl e nei supermercati Simply e Auchan.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché l’orgasmo è una “bella malattia”

L’orgasmo? Chi non farebbe i salti mortali per provarlo, come si deve, almeno una volta ...

Condividi con un amico