Home » Benessere » La Lega Italiana Antifumo smentisce la "dipendenza da sigaretta elettronica"

La Lega Italiana Antifumo smentisce la "dipendenza da sigaretta elettronica"

In merito alle recenti ricerche che avrebbero attaccato nuovamente le sigarette elettroniche (e-cig), interviene con un comunicato stampa la Lega Italiana Antifumo (LIAF) con le parole del proprio responsabile scientifico, il professor Riccardo Polosa, docente di Medicina Interna all’Università di Catania. Alla luce di quanto apparso nello studio dello IN CNR e della Statale di Milano, infatti, si legge che le sigarette elettroniche possono creare dipendenza e uno stato ansiogeno che spinge alla stessa. Tutto questo dopo i sospetti di sostanze nocive presenti nei liquidi delle e-cig.

Interviene quindi Polosa per dire che, a suo modo di vedere, i dati proposti dal CNR di Milano sono stati ricavati da test condotti sui topi da laboratorio e che non si possono affatto paragonare a quelli rilevati su consumatori umani delle sigarette elettroniche. Nello specifico: “I dati sono in netta antitesi con i risultati ottenuti su utilizzatori di sigaretta elettronica e che hanno
stabilito come il vapagismo sia una dipendenza assolutamente meno importante del tabagismo”
. Allora come mai questa urgenza di rendere noti certi risultati?

Il sospetto è che si voglia mettere in cattiva luce la sigaretta elettronica perché “disturba” il miliardario mercato del tabacco. E lo si fa, a detta di Polosi, con “valutazioni poco realistiche e con illazioni sui rischi della sigaretta elettronica che si basano esclusivamente su modelli animali assolutamente incongrui”. Ad oggi, infatti, non si sono registrati effetti cancerogeni di nessun genere nelle persone che usano la e-cig, anche quotidianamente, e dunque non si può parlare di rischi di alcun tipo per la nicotina né per i vapori da essa generati. Meno che mai si può parlare di dipendenza causata da stati ansiogeni, perchè i dati finora in possesso della LIAF parlano al contrario di un buon controllo del “desiderio” di svaporare, contrariamente a quanto accade nei fumatori di tabacco.

admin

x

Guarda anche

Sigarette elettroniche, il dibattito è ancora aperto

Sono sempre più diffuse e amate, fanno sentire “chic” come faceva sentire “chic” il bocchino ...

Condividi con un amico