Home » Benessere » Via libera alle donazioni di sangue dei gay, ma …

Via libera alle donazioni di sangue dei gay, ma …

Sapete perché gli omosessuali non potevano donare il sangue, negli Stati Uniti, fino all’altro ieri? Per la paura che dal loro sangue si trasmettessero virus come HIV o come i virus dell’epatite, contratti tramite uno stile di vita eccessivo e poco controllato. Un divieto, in realtà, stupido… perché il sangue prelevato viene sempre analizzato, prima di essere mandato negli ospedali, e dunque qualsiasi anomalia viene notata.

La svolta storica arriva quando la Food and Drug Administration ha eliminato formalmente il divieto in vigore dal 1983, in pieno panico da AIDS. Un divieto che di fatto aveva molto ridotto i contagi, ma anche impedito a persone generose di aiutarne altre con la donazione del proprio sangue, e solo perché omosessuali. In questo modo gli Stati Uniti si aggiungono a Francia, Gran Bretagna, Giappone e Australia, Paesi dove la donazione da omosessuali viene applicata ormai da tempo ed è rimasta vietata soltanto a persone malate di patologie ematiche, come l’emofilia. E se la scelta viene celebrata dai gay di tutto il Paese, ci sono ancora troppe polemiche intorno.

Se c’è chi ancora non si fida di queste donazioni, c’è anche chi -pur essendo omosessuale- non accetta la nuova legge. Questo per via del cavillo che dice che un omosessuale può donare solo a partire dal 12° mese dopo l’ultimo rapporto non protetto. Si domandano, alcune associazioni di omosessuali, come mai la stessa regola non vale anche per un eterosessuale che magari va a prostitute ogni giorno e senza proteggersi…! Insomma, lo spettro della discriminazione rimane ancora ad aleggiare sulle novità dell’ultimo mese, ma il FDA ne va fiero invece e dice che la legge americana, applicata tra l’altro anche in Australia, è anzi molto aperta rispetto al Canada, ad esempio, dove un omosessuale può donare il sangue solo dopo 5 anni dall’ultimo rapporto non protetto.

admin

x

Guarda anche

Pubertà precoce e maggior rischio tumori

La pubertà potrebbe esporre ad un maggior rischio tumori. La notizia arriva da uno studio ...

Condividi con un amico