Home » Benessere » La medicina della salute

La medicina della salute

L’evoluzione della scienza della salute dell’uomo ci porta sempre più verso il percorso della medicina della salute, un nuovo approccio, un nuovo modo di ascoltare il proprio corpo e di prendersene cura.

Siamo sempre più attenti all’alimentazione, ad uno stile di vita nuovo e non sedentario, nonostante lo stress e l’affaticamento che la vita, il lavoro e gli impegni ci impongono.

Questo nuovo approccio culturale e sociale sottende a stili di vita sani che ci impegnano attivamente nella difesa della nostra salute e ad un uso dei farmaci per la cura stessa della salute, prima ancora che alla lotta contro le malattie.
Tutto ciò avviene a discapito della medicina della malattia, attraverso un cambiamento sociale di vita e di pensiero che tende verso una nuova cultura della salute e della prevenzione.

La medicina della salute si avvale di elementi essenziali e di vitamine per il funzionamento dell’organismo, rafforzandolo e mobilitando le difese, così che il nostro sistema possa salvaguardarsi da solo. E’ chiaro come spesso gli elementi presenti in natura rispondono alle richieste ed ai bisogni dell’uomo, osserviamo la natura che si mette a servizio della ricerca e della cura.

Nei Paesi definiti “ad alto tenore di vita” ci si avvale delle opportunità della medicina della salute e le uniche malattie scomparse per sempre, come il vaiolo e lo scorbuto, sono state affrontate da questa medicina.

Ingerire una pillola con effetto immediato è molto più semplice che cambiare lo stile di vita o adottare altri provvedimenti che richiedono un cambio di atteggiamento e di pensiero, un impegno e una costanza elevati. Chiaro è che vi sono situazioni in cui i farmaci sono sì indispensabili, e la medicina della malattia deve intervenire in tempi brevi con i farmaci di sintesi.
Esistono però altre situazioni diverse in cui è necessario cambiare stile di vita e rivolgersi alla medicina della salute, infatti molti malattie si potrebbero affrontare con abitudini diverse e con farmaci meno drastici degli anti-ipertensivi, ad esempio.
È sicuramente un passo impegnativo, una sfida che può essere affrontata nel modo giusto e concreto, portando benefici e risultati positivi e duraturi.

admin

x

Guarda anche

I vaccini uccidono? No, uccide l’errore umano

Sono pronti a scatenarsi i cavalieri dell’ anti-vaccino, nel sentire la notizia di oggi su ...

Condividi con un amico