Home » Benessere » Da Usa e Malesia una speranza contro le malattie polmonari

Da Usa e Malesia una speranza contro le malattie polmonari

Due paesi tanto distanti, eppure uniti nella ricerca. Ricercatori della Malesia insieme a colleghi statunitensi dedicheranno i prossimi cinque anni a individuare, attraverso la nanomedicina, trattamenti in grado di contrastare le malattie polmonari. È stata infatti firmata un’intesa quinquennale grazie alla quale i due gruppi di studiosi si uniranno in un team per affrontare problemi come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) e il cancro del polmone. Il trattamento di queste patologie consta solitamente di chemioterapici e corticosteroidi: i ricercatori stanno lavorando alla creazione di nanoparticelle “intelligenti”, in grado cioè di fornire adeguati livelli di agenti diagnostici e terapeutici alle più profonde e piccole sacche polmonari, un processo che potrebbe essere potenzialmente mediato dall’uso di campi magnetici.

Guidata da Joseph Brain, la ricerca si basa sulla vasta esperienza di Harvard nella biocinetica e mira anche a esplorare l’orizzonte di nanofarmaci da inalare. “I test hanno dimostrato che una dose somministrata direttamente nel tratto respiratorio fa ottenere concentrazioni molto più elevate di farmaco nel sito-bersaglio”, evidenzia Brain. Il ruolo della Malesia nell’ambito della collaborazione internazionale sarà quello di contribuire a garantire la sicurezza e migliorare l’efficacia della nanomedicina, valutare come le particelle si comportano nel corpo, come formano il loro rivestimento, dove si accumulano e come interagiscono con il loro “bersaglio” nelle cellule.

admin

x

Guarda anche

Nidi di vespe per “ringiovanire” la vagina

Un discutibile quanto bizzarro trattamento di bellezza arriva direttamente dalla Malesia. Si tratta di una ...

Condividi con un amico