Home » Benessere » Psicopatologie da cellulare: ecco la "vibrazione fantasma"

Psicopatologie da cellulare: ecco la "vibrazione fantasma"

Le nuove malattie, fisiche e mentali, arrivano dalle nuove tecnologie che usiamo ogni giorno. Cellulare su tutte. L’uso smodato del telefono portatile, che ormai oltre che a telefonare serve anche per muoversi, comunicare, indagare, chiacchierare, lavorare, ci sta trasformando nel corpo e nella mente. Soffrono di più gli occhi, il collo, ma anche il cervello.

Ormai viviamo nella costante attesa di un messaggio … che arrivi dalla posta elettronica, da whatsApp o da Facebook. Un bisogno così impellente di usare il telefono che a volte crediamo che stia suonando, o vibrando, anche quando non è vero! La chiamano la “sindrome della vibrazione fantasma”, e negli Stati Uniti riguarda già nove persone su dieci. Lo rivela il Georgia Institute of Technology, dopo uno studio pubblicato sulla rivista “Computers in Human Behaviour”.

La tensione in attesa di questa famosa vibrazione è talmente forte che il cervello invia segnali di movimento del tutto anomali ai muscoli, i quali cominciano a tremare, a pulsare, dandoci la sensazione che sia il telefono a vibrare. Nell’indagine americana si è visto che soffrono di questi “spasmi” legati al cellulare il 90% dei giovani intervistati, quasi tutti minori di 25 anni! Ma la cosa riguarda anche gli adulti, che dal telefono dipendono anche molto per il lavoro quotidiano. Come si affronta la “vibrazione fantasma”? Ridendoci su… oppure andando a parlarne con uno psicanalista. O meglio ancora, abituandosi a spegnere il cellulare una volta ogni tanto.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché gridare “Ahi !!” fa bene alla salute

Due università, una a Singapore e una in Spagna, hanno di recente rispolverato la tortura… ...

Condividi con un amico