Home » Benessere » Sport al mattino, il segreto è una colazione equilibrata

Sport al mattino, il segreto è una colazione equilibrata

È la mattina il momento preferito dagli italiani per tenersi in forma: uno su su 3 (il 35%) fa sport almeno una volta a settimana al mattino e 2 su 10, cioé circa 11 milioni di persone, quasi tutti i giorni. E la prima colazione? La fanno 9 italiani su 10, ma il 63% preferisce farla prima di svolgere l’attività sportiva. Emerge dalla ricerca “Italiani e sport al mattino. Che ruolo per la colazione?”, realizzata dall’Osservatorio Doxa-Aidepi “Io comincio bene”. Dall’indagine emerge che tra i 18 milioni di italiani che fanno attività fisica al mattino, il 7% non fa colazione né prima né dopo sport. Mentre tra gli altri, uno su 2 (54%) sceglie di farla sempre prima dello sport, e il 9% fa la ‘vera’ colazione prima e poi mangia qualcosa anche dopo aver fatto attività fisica. Da rilevare infine come 3 italiani su 10 (30%) scelgono di fare colazione dopo lo sport, per avere più tempo a disposizione per rigenerarsi. “In generale non si dovrebbe mai iniziare un’attività fisica con alle spalle un digiuno superiore alle 3-4 ore – afferma il medico dello sport Michelangelo Giampietro -. Saltando la colazione si corre il rischio di farsi male in allenamento. Siamo a digiuno da molte ore, cala la glicemia e il glicogeno muscolare non è ricaricato a sufficienza, quindi se non si sostiene l’attività fisica con la colazione i muscoli possono rimanerne danneggiati. Anche per chi al mattino ha lo stomaco chiuso – raccomanda l’esperto – il suggerimento è quello di mangiare comunque qualcosa, anche dei biscotti o un dolce da forno a ridosso dell’allenamento, purché non si resti a digiuno”.

Secondo la ricerca, quando devono praticare un’attività fisica al mattino, gli italiani rimangono fedeli alla colazione “classica”: l’86% non cambia la scelta degli alimenti da portare in tavola, e neanche aumenta o diminuisce le porzioni. Biscotti, fette biscottate, cereali, croissant, frutta, accompagnati da caffè, latte o cappuccino, rappresentano dunque la colazione dell’italiano che fa movimento al mattino. Oggi poi l’attività sportiva al mattino coinvolge sempre più italiani: il 22% dei connazionali la fa dalle 3 alle 6 volte a settimana. Ma chi sono gli sportivi mattinieri? Molti over 50, mente le donne hanno meno regolarità e fanno sport in media 1-2 volte alla settimana. Se guardiamo l’Europa, con 96 giorni l’anno su una media europea di 108 giorni, siamo ancora al penultimo posto nella classifica della pratica dell’attività fisica, dietro a Gran Bretagna Francia, Germania, Spagna e Svezia. Dall’indagine Doxa-Aidepi emerge inoltre che i luoghi più frequentati dagli sportivi al mattino sono proprio quelli all’aria aperta (66%). Mentre il 25% fa sport indoor scegliendo una struttura sportiva come palestra o piscina, e un italiano su 10 (9%) sceglie casa propria sfruttando tapis roulant, cyclette, ginnastica a corpo libero. Parchi, giardini, campi sportivi, piste di atletica e strade sono principalmente ‘territorio’ degli uomini (79%), mentre le donne si prendono la rivincita nelle strutture sportive, dove sono presenti in maggioranza, e a casa.

admin

x

Guarda anche

Defibrillatori obbligatori da luglio

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, va avanti a pugno duro e con obblighi per ...

Condividi con un amico