Home » Benessere » Ebola: torna la paura dopo l'annuncio di fine epidemia

Ebola: torna la paura dopo l'annuncio di fine epidemia

Lo avevamo scritto subito: con Ebola, mai cantare vittoria, mai abbassare la guardia. Solo due giorni dopo l’annuncio dell’OMS che dichiarava conclusa la grande epidemia, con la Liberia finalmente priva di contagi, ecco che arrivano le conferme di una morte sospetta in Sierra Leone. Fatte le dovute analisi, i sospetti diventano realtà: una donna è morta di febbre emorragica da Ebola.

La donna, una ragazza di 22 anni, si trovava in visita a parenti nel distretto di Kambia, al confine con la Guinea. Questo riporta l’attenzione anche sullo stato confinante, quello da cui era partita l’epidemia due anni fa e che era stato tra i primi ad essere liberato dal virus. Se il contagio è avvenuto così vicino al confine con la Guinea probabilmente il virus è ancora attivo in quelle regioni. Immediatamente sono stati mandati dei controlli nella zona, mentre i medici ripetevano il test sulla paziente deceduta. Tre prove su tre hanno dato esito positivo: era Ebola.

Questo caso drammatico insegna due cose: primo, a non fare più proclami certi in merito a questa malattia, e secondo, a non deporre mai le armi. Chiaramente ora i controlli sono più serrati, l’attenzione al massimo, e quindi un caso di decesso per Ebola non vorrà dire automaticamente ripresa dell’epidemia. Ormai la gente in Africa sa come proteggersi e i governi conoscono le procedure di emergenza. I Paesi colpiti sono stati forniti di strutture competenti e anche il personale è stato adeguatamente formato. Difficilmente, quindi, riavremo una epidemia con oltre 10.000 morti come quella degli scorsi anni…ma Ebola è un pericolo sempre in agguato e l’errore peggiore che si possa fare, con questo virus, è quello di tirare un sospiro di sollievo.

admin

x

Guarda anche

Che cos’è il “ringiovanimento ovarico”

No, non è la nuova moda estrema del lifting ma per alcune donne è come ...

Condividi con un amico