Home » Benessere » Uno spray nasale per partorire senza dolore

Uno spray nasale per partorire senza dolore

C’è chi sceglie il cesareo, per farsi anestetizzare. C’è chi chiede l’epidurale, per avere la parte inferiore del corpo desensibilizzata e non sentire le fitte delle doglie. C’è chi ricorre alla meditazione… il dolore del parto è un’esperienza sconvolgente, al punto che il cervello umano la cancella dalla memoria subito dopo la nascita del bambino. Altrimenti nessuna donna vorrebbe più ripeterla. Ma oggi ci sono molte tecniche per renderla meno traumatica. L’ultima novità viene dall’Australia.

Uno spray nasale, come quello che si soffia nelle narici contro il raffreddore, sarebbe la nuova arma per eliminare i dolori. Il nuovo farmaco è stato già sperimentato presso la University of South Australia e pare stia funzionando come gli scienziati avevano previsto. Funziona a base di Fetanil e non era una scoperta del tutto nuova dato che era stato usato per calmare i bambini vittime di incidenti stradali in qualche occasione. Testarlo sulle partorienti è però una idea recente. Il vantaggio indiscusso, oltre alle minori conseguenze ed effetti collaterali, è la possibilità delle donne di somministrarselo da sole all’occorrenza, sebbene sia sempre consigliato un suggerimento medico.

Laddove l’epidurale può dare effetti collaterali come nausea o prolungamento del travaglio, lo spray australiano non dà disturbi e permette al travaglio di andare avanti normalmente. Riduce i problemi postumi di allattamento al seno e riduce i problemi nei neonati che, negli ospedali dove viene sperimentato, finiscono molto meno nelle culle di terapia intensiva. L’uso dello spray nasale però non deve essere un capriccio. Andrà utilizzato per esempio nelle donne che, per motivi allergici o altro, non possono subire l’epidurale o in quelle partorienti in cui il parto si dimostra particolarmente frenato dai dolori eccessivi. La sperimentazione sta continuando proprio per sciogliere gli ultimi dubbi e permettere al prodotto di diventare un farmaco diffuso in tutto il mondo.

admin

x

Guarda anche

Bimbi non vaccinati trasmettono il morbillo al fratellino, che muore

Prima vittima della filosofia No Vax: un bambino di 6 anni, di Monza, è morto ...

Condividi con un amico