Home » Benessere » Campagna per la vaccinazione contro la meningite, da un ragazzo vivo per miracolo

Campagna per la vaccinazione contro la meningite, da un ragazzo vivo per miracolo

Cristiano è di Pistoia, ha 33 anni, corpo atletico, tatuaggi a tempesta sul corpo. A tutto pensava, nella vita, tranne che a vaccinarsi contro qualcosa (la meningite) di cui senti solo parlare sui telegiornali. Finché quel 14 gennaio sera non arriva in Pronto Soccorso con dolori fortissimi alla testa, febbre molto alta ed è grazie all’intuito di un giovane medico (che lui cita su Facebook chiamandolo “quel dottorino con la coda”) se è ancora vivo.

Il giovane medico di turno, infatti, leggendo bene i risultati delle analisi e valutando bene i sintomi gli somministra subito la cura contro la Meningite C, malattia che sta colpendo sempre più spesso in Italia e che soprattutto in Toscana detiene il record di casi accertati. Una malattia “bastarda” come dice il ragazzo, che si trasmette anche solo con un respiro, che ti può mandare in coma… e lui c’è stato alcuni giorni… e che si può fermare con un semplice, banalissimo vaccino. Vaccino che oggi in Toscana è obbligatorio per tutti, ma che dovrebbe essere obbligatorio anche altrove, in Italia.

E chi meglio di un ragazzo vivo per miracolo, che ha sconfitto la Meningite senza ulteriori conseguenze, al punto da riuscire a scrivere su Facebook sei giorni dopo il ricovero, può lanciare il messaggio di sensibilizzazione per tutti? Cristiano lo fa con grinta, ricordandolo in ben tre “post” consecutivi: “vaccinatevi, basta un semplice vaccino”, non rischiate la vita, insomma, per paura di una punturina. La Meningite, se non ti uccide subito, può lasciarti una serie di conseguenze pesanti… dalla ciecità, alla sordità, al ritardo mentale, all’epilessia, e via continuando. Uscirne vivi e uscirne bene è davvero da pochi. Cristiano è uno di questi. E si augura anche di essere uno degli ultimi, nella speranza che la gente segua il suo consiglio e si protegga.

admin

x

Guarda anche

Bimbi non vaccinati trasmettono il morbillo al fratellino, che muore

Prima vittima della filosofia No Vax: un bambino di 6 anni, di Monza, è morto ...

Condividi con un amico