Home » Benessere » Epilessia congenita: si manifesta entro i 12 anni

Epilessia congenita: si manifesta entro i 12 anni

Quando l’epilessia è “congenita” ovvero innata nella persona fin dalla sua venuta al mondo ci sono forti probabilità che si manifesti entro i primi 12 anni di vita. In almeno sette bambini su dieci avviene questo, come dimostrano le ricerche esaminate dagli esperti di tutto il mondo. Tra due giorni si celebra la giornata mondiale dell’epilessia e in quella occasione il Bambino Gesù, ospedale pediatrico di Roma, insieme alla LICE (Lega Italiana Contro l’Epilessia) organizza incontri informativi con i neurologi e i pediatri.

Tra le ore 9 e le 16 dell’8 febbraio, infatti, si potrà capire meglio questa malattia grazie a convegni, incontri, laboratori aperti a tutti. Si parlerà dei sintomi, delle cure, del primo soccorso e anche dell’ereditarietà della malattia che -ricordiamo- consiste in un malfunzionamento dell’attività elettrica del cervello che rende inesatti i segnali tra questo e il resto del corpo. In alcune persone l’epilessia si manifesta a seguito di traumi o cicatrici nel cervello, ma nei più piccoli solitamente è un problema innato. La cosa più importante da fare è vincere il pregiudizio. Davanti a una crisi epilettica, soprattutto i bambini più piccoli, si spaventano e possono “bollare” il compagnetto come un mostro da evitare. Invece l’educazione deve partire da genitori e insegnanti per far capire che si tratta di bambini malati che vanno aiutati, perché possono vivere benissimo una vita normale. Le medicine ci sono, e servono a far star bene fisicamente. Però l’affetto degli amici aiuta a vivere meglio la malattia anche psicologicamente.

admin

x

Guarda anche

Bimbi non vaccinati trasmettono il morbillo al fratellino, che muore

Prima vittima della filosofia No Vax: un bambino di 6 anni, di Monza, è morto ...

Condividi con un amico