Home » Benessere » Italia bocciata: troppa resistenza agli antibiotici

Italia bocciata: troppa resistenza agli antibiotici

Bocciati! Perché quando ci ammaliamo, anche di banali febbri stagionali, impieghiamo più di tutto il resto d’Europa a guarire. Siamo il Paese con la maggiore resistenza in assoluto agli antibiotici, e la colpa non è dei dottori o del Ministero della Sanità ma di noi cittadini che ci curiamo di testa nostra abusando di medicinali importanti, senza ascoltare il medico.

Sono 4 milioni l’anno le infezioni in grado di resistere agli antibiotici, ormai, in Europa e questo provoca 37.000 morti per malattie che fino a ieri si potevano curare benissimo. In Italia la media si alza drammaticamente: ogni anno si ammalano di queste infezioni 284.000 persone e di queste ne muoiono tra 4.000 e 7.000 l’anno! Si muore soprattutto di polmonite e di infezioni ai reni e al tratto urinario. Ma di recente basta anche solo un virus gastrointestinale per causare conseguenze preoccupanti. L’assistenza per queste malattie ammonta a circa 1,5 miliardi di euro, soldi tolti a molti altri settori della sanità.

E dire che i mezzi per battere queste malattie c’erano, erano gli antibiotici. Da inizio Novecento a oggi, questi farmaci hanno salvato milioni di vite umane. Poi, nell’era del “so tutto io”, abbiamo cominciato a usarli a modo nostro. E così abbiamo curato con bombardamenti di antibiotico anche malattie banali, febbricole da raffreddore… creando un eccesso tale di farmaci che perfino i micro organismi si sono assuefatti e oggi non ne vengono nemmeno scalfiti. Il fatto che l’Italia sia quella con la maggior resistenza ai medicinali indica proprio che noi italiani siamo stati i peggiori nel gestire questo rapporto col farmaco. Oggi da noi si rischia per il Campylobacter, per la Ciprofloxacina e per le infezioni da Salmonelle e da Escherichia Coli. La ricerca sta mettendo a punto nuove medicine, in sostituzione dei vecchi antibiotici, ma tocca a noi farne buon uso.

admin

3 commenti

  1. Angela Bortoletto

    Il titolo dell’articolo è errato: il problema è che abusando degli antibiotici sviluppiamo un’eccessiva resistenza, non che “non siamo abbastanza resistenti”…

  2. Angela Bortoletto

    Ma bisogna leggerlo tutto, perché le prime righe insistono nell’errore: “Siamo il Paese con la peggiore resistenza in assoluto agli antibiotici”…

    • Purtroppo i titoli devono “attirare l’attenzione”… e per farlo a volte sono un po’ troppo sintetici sugli argomenti

x

Guarda anche

Che cos’è il “ringiovanimento ovarico”

No, non è la nuova moda estrema del lifting ma per alcune donne è come ...

Condividi con un amico