Home » Benessere » La biopsia del futuro, che in una cellula analizzerà il tutto

La biopsia del futuro, che in una cellula analizzerà il tutto

Mandare in pensione la fastidiosa biopsia grazie a una tecnica nuova e a un computer che permettono di vedere dentro il corpo senza infilare troppi aghi o bisturi. Una ricerca apparsa su “Scientific Reports” e descritta da un team italiano permette di “vedere” le cellule del tumore una per una, di analizzarle per bene potendo trovare anche la cura migliore in base alla persona.

I due ricercatori sono partiti dallo sviluppo dei tumori, che segue quasi sempre un iter simile per tutti, con la formazione di sottotipi tumorali e cloni che agiscono come le masse originarie, in modo aggressivo. Da qui si è capito che riconoscere le varie “famiglie” tumorali e bloccarle per tempo facilita le cure per diversi tipi di cancro. In pratica, analizzando anche una o due cellule, tramite il genoma, si possono capire anche le altre formazioni tumorali in circolo e da qui agire senza bisogno di biopsia.

Grazie alla nuova tecnica, che tramite un computer speciale può analizzare le varie cellule dividendole in microsettori, come i pixel informatici, la biopsia presto non sarà più necessaria. O anche se lo sarà in parte, si potrà attuare in modo molto minore dato che serviranno frammenti di cellula per seguire l’evoluzione della malattia. Potrebbe diventare anche un mini prelievo sottopelle, o una scansione, pochissimo fastidio per riuscire a visualizzare la situazione generica dell’intero organismo. Eliminando il cosiddetto “rumore di fondo”, presente quanto le cellule tumorali esprimono mutazioni diverse, si potrà avere un’analisi più chiara e diretta e agire in modo più preciso.

admin

x

Guarda anche

Che cos’è il “ringiovanimento ovarico”

No, non è la nuova moda estrema del lifting ma per alcune donne è come ...

Condividi con un amico