Home » Benessere » Farmaci dimagranti: attenzione a questi

Farmaci dimagranti: attenzione a questi

Un’azione di polizia diffusa ad ampio raggio nel territorio ha portato ad accertamenti su oltre 800 farmacie e 75 studi medici, nel Lazio. In particolare si cercavano atti criminali legati alla vendita di farmaci scaduti, illegali o alterati che potessero causare gravi danni alla salute. I risultati purtroppo ci sono stati. Sono almeno 49 le violazioni al codice pensale e 29 le trasgressioni evidenziate.

Il problema riguarda soprattuttoi i farmaci più richiesti, dopo gli antidolorifici, ovvero quelli dimagranti. La legge italiana vieta assolutamente la vendita di farmaci i cui principi attivi contengano: fenilpropanolamina/norefedrina, pseudoefedrina, triac, clorazepato, fluoxetina, furosemide, metformina, bupropione, topiramato ed efedrina.
O meglio, i farmaci sono autorizzati solo su prescrizione medica per curare raffreddori, diabete, ipertensione e ansia ma non possono MAI essere usati come principi dimagranti, cosa che invece in molti ambulatori avveniva.

Il mercato dei prodotti estetici è molto ampio, la gente non bada a spese pur di dimagrire e di ottenere i risultati immediatamente. Con l’arrivo della primavera, poi, questi farmaci vengono richiesti in quantità esorbitanti e non poche volte alcuni medici disonesti prescrivono una sostanza come dimagrante quando invece serve a tutt’altro. E se assunte in quantità incontrollate queste sostanze possono risultare anche mortali. Ecco perché i controlli della polizia e il blocco della vendita.

admin

x

Guarda anche

Dipendenza da smartphone, vittime soprattutto le donne

La dipendenza da smartphone miete vittime soprattutto tra le donne. A sostenerlo è una ricerca ...

Condividi con un amico