Home » Benessere » In Italia non nasce più nessuno

In Italia non nasce più nessuno

Quindicimila nati in meno, in Italia, nel corso del 2015. Significa che nascono 8 bambini ogni 1000 abitanti, come a dire che in realtà non nasce più nessuno. Perché nel frattempo invece i decessi aumentano e non c’è ricambio generazionale per questi vuoti. Siamo al minimo storico delle nascite, per il nostro Paese, una cosa che non si verificava forse dal XIX secolo.

Non è soltanto il problema dell’età della madre (sempre più anziana) legato a doppio filo con i problemi di lavoro e sistemazione economica, ma anche il fatto che una grandissima parte dei nostri giovani va a vivere all’estero e ad aumentare la popolazione di altri Paesi. Secondo i calcoli statistici dell’Istat, lo scorso anno i morti sono stati 653.000, 54.000 in più dell’anno precedente, con un tasso di mortalità tra i più alti in Europa. E nonostante la longevità della popolazione (per gli uomini si attesta a 80,1 anni per le donne a 84,7 anni) non ci sono bambini che vengono su ad arricchire le famiglie di questi anziani.

Un aiuto prezioso può venire dagli stranieri, che al 1 gennaio 2016 risultano essere 5 milioni su una popolazione di 60 milioni. Sono aumentati di 39.000 unità laddove gli italiani sono diminuiti di 179.000 residenti. Si spera quindi nei figli delle famiglie straniere per recuperare un tasso demografico drammatico che significa la fine di un Paese. Bisogna creare le condizioni perché i giovani rimangano a far famiglia qui sul territorio nazionale e questo significa: leggi migliori sull’occupazione, facilitazioni economiche ma anche sanitarie, migliorie sull’assistenza medica e sulle scuole. E soprattutto un clima di incoraggiamento che porti i genitori a dire ai figli: “Resta qua”, invece sono troppi quelli che invitano i ragazzi a fuggire dall’Italia subito dopo il diploma.

admin

x

Guarda anche

Che cos’è il “ringiovanimento ovarico”

No, non è la nuova moda estrema del lifting ma per alcune donne è come ...

Condividi con un amico