Home » Benessere » Trapianti tra sieropositivi: ok degli USA

Trapianti tra sieropositivi: ok degli USA

E se il donatore fosse sieropositivo? Vi fareste mai impiantare un rene o una cornea da un donatore che ha il virus dell’AIDS in corpo? Sicuramente no, eppure anche i sieropositivi possono diventare donatori di organi… almeno potranno presto, negli Stati Uniti. Una ipotesi, finora, che però potrebbe diventare realtà molto presto secondo la Johns Hopkins University di Baltimora.

Ma niente panico, le donazioni da sieropositivi sono intese solo se il ricevente è anche lui sieropositivo. Non è possibile, ad oggi, immaginare di impiantare un organo malato di HIV ad una persona sana. Ma tra sieropositivi cambia poco… il sangue è comunque malato e non sarà un organo ricevuto da un altro malato a peggiorare la situazione. L’AIDS lavora negli anni e uccide molto lentamente, al giorno d’oggi si può tenere sotto controllo tanto che i malati sopravvivono anche 30 anni dopo il contagio. Ma se uno di loro dovesse avere un organo guasto, la morte potrebbe arrivare prima.

Ecco perché l’idea di permettere loro di vivere quanto più a lungo gli consente la malattia. E se il fegato non funziona, o i reni vanno in tilt, un trapianto potrebbe aiutare a sopravvivere… almeno finché il virus non attaccherà. Per cui, perché impedire che un donatore sieropositivo doni a un ricevente altrettanto sieropositivo? Non c’è motivo… e infatti il trapianto ci sarà. Verrà effettuato a Baltimora, appena si avranno le condizioni e i soggetti giusti. C’è da dire che gli Stati Uniti stanno già tentando da tempo questo tipo di trapianti. Ne sono stati effettuati 26 ma solo sui reni. La novità è che presto si potranno trapiantare anche il fegato e chissà, pure il cuore. Ovviamente la selezione è severissima. Il fatto che siano entrambi malati, non deve far sì che il ricevente corra troppi rischi in una vita già segnata. E dunque su 500 richieste saranno davvero poche quelle accettate. Il tempo ci dirà chi aveva ragione.

admin

x

Guarda anche

Trasfusioni addio? Arriva il farmaco per gli anemici

Ci sono malattie ereditarie o tumorali che attaccano il sangue. Sono anemie che distruggono i ...

Condividi con un amico