Home » Benessere » Gli spermatozoi soffrono il caldo: cambia il clima, meno figli

Gli spermatozoi soffrono il caldo: cambia il clima, meno figli

Sì, è tutta colpa del surriscaldamento globale. Lo direbbe una ricerca lunga 15 anni e condotta presso l’Università di Padova, confrontando lo stato di salute degli spermatozoi di tantissimi uomini che si sono presentati per cure o per avere dei figli. Nei testicoli umani si è notata la presenza di un gene recettore (TRPV1) che si attiva con l’aumento della temperatura e che una volta attivato impedisce la creazione di nuovi spermatozoi.

In questi 15 anni la fertilità dei pazienti è diminuita del 15% e come se fosse un caso, nello stesso lasso di tempo la temperatura del Paese è aumentata e le stagioni sono cambiate. L’elemento in comune per tutti i cambiamenti è il caldo. Temperature alte, siccità, estati lunghe e inverni corti… conseguenza del surriscaldamento generale del pianeta e in particolare dell’emisfero Nord, un tempo noto per essere il più freddo. Le due cose non possono essere scollegate, proprio per via del recettore TRPV1 che testimonia l’effetto che il caldo ha sulla produzione e vitalità dello sperma.

Ulteriore prova è il fatto che alcuni uomini, nati con una malformazione fisica che porta i testicoli a essere interni invece che esterni, sono spesso sterili o hanno pochissimo sperma. Infatti il calore dentro il corpo umano blocca la loro funzione, ed ecco perché l’apparato riproduttivo dell’uomo DEVE essere esterno. E’ la temperatura il fattore fondamentale per procreare e la temperatura sta riducendo questa possibilità in modo drastico. Come ennesima conferma di questa teoria, lo studio padovano che ha analizzato dei giovani uomini abituati a far la sauna ogni settimana. Rispetto a chi non aveva questa abitudine, quei giovani avevano meno produzione di sperma. Una volta sospesa la sauna, nel giro di 6 mesi, hanno ritrovato una produzione abbondante.

admin

x

Guarda anche

Attenti alla foto-bufala, ma non sottovalutate mai l’AIDS

Forse avete visto o state vedendo proprio in queste ore l’avviso che gira via web ...

Condividi con un amico