Home » Benessere » I lavori che fanno male al cuore

I lavori che fanno male al cuore

Tempo di bilanci per la American Heart Association che ad ogni inizio anno controlla lo stato di salute dei cittadini USA e ne stila problemi e consigli per vivere meglio, ovvero per vivere in salute senza stressare il motore principale della nostra vita: il cuore. Anche per questo 2016 è stata emanata la lista delle attività umane che possono essere pesanti o fatali per il cuore.

Al primo posto, il lavoro di camionista. E purtroppo la cronaca piena di incidenti ci ricorda che è vero. I camionisti -che dormono poco, mangiano male e sempre in luoghi diversi, viaggiano in orari assurdi- sono sotto stress più di tanti altri e rischiano attacchi cardiaci più di altri. Per tenersi su spesso fumano troppo, qualcuno anche tira cocaina per non crollare sull’autostrada. Ma non sono solo i camionisti a massacrarsi il cuore. Anche i venditori (di qualsiasi cosa) sono a rischio stress. Con loro pure i poliziotti e i vigili del fuoco. Questi ultimi lavori sono sempre fatti in fretta, in situazioni di pericolo, una pressione continua fisica ed emotiva.

Rischiano i ristoratori, soprattutto quelli che non chiudono mai. Ovviamente anche gli operatori finanziari, chi lavora in borsa o in banca. I contadini sono tra le categorie in pericolo e come loro pure i lavoratori nell’ambito sanitario, in particolare i turnisti, cioè chi lavora con la reperibilità. E per finire, che ci crediate o no, sono a rischio pure gli statali, gli impiegati degli uffici pubblici … per lo meno negli USA è così! Dunque cosa fare per non rischiare un infarto? Forse l’insegnante, l’avvocato, il meccanico? O forse basta solo far bene e con passione il proprio mestiere, senza scordare la moderazione.

admin

x

Guarda anche

Rischio autismo aumenta con nonna fumatrice

Il rischio autismo si potrebbe ereditare dalla nonna fumatrice. A sostenerlo è una ricerca condotta ...

Condividi con un amico