Home » Benessere » L’occhio secco delle donne

L’occhio secco delle donne

Oltre il 90% delle donne in menopausa soffre di secchezza oculare, “l’occhio secco”. Ne soffre anche una persona su quattro, sopra i 50 anni, non per forza di sesso femminile, e negli ultimi anni i numeri stanno crescendo vertiginosamente. La OMS ha riconosciuto questo problema come vera e propria patologia tanto da dedicarvi un mese (dal 21 marzo al 21 aprile) con tutte le informazioni del caso.

In cosa consiste l’occhio secco? E’ un disturbo che annulla quasi del tutto la lacrimazione. Senza lacrime, l’occhio non si protegge, non solo perché non resta umido e quindi comincia a irritarsi ma anche perché grazie alle lacrime l’occhio espelle buona parte delle particelle nocive che lo colpiscono in una giornata normale. Polvere, vento, insettini, germi… tutte queste cose non vanno via e restano nel bulbo oculare facendo danno. Chi soffre di questo problema sente come se avesse della sabbia nell’occhio, in continuazione. Con un fastidio persistente e pesante da gestire.

Le cause principali dell’occhio secco, oggi, sono l’eccessivo uso di computer, cellulari e tablet. L’occhio viene sottoposto a troppo sforzo e non sa più difendersi. Non si chiude abbastanza e non stimola più la lacrimazione. Altre cause sono l’inquinamento, il fumo di sigaretta e l’uso eccessivo di lenti a contatto. Non è ancora ben chiaro come mai siano più le donne a soffrire di questo problema, rispetto agli uomini. Forse c’entra una carenza ormonale, o forse perché le donne più dei maschi vivono molteplici impegni e i loro occhi si sforzano di più. In ogni caso le cure esistono e anche i modi di prevenire il problema. Ne sapremo di più in questo mese speciale che comincia domani, ma intanto tutti possiamo chiedere lumi al nostro oculista.

admin

x

Guarda anche

Svezzamento, come preparare il brodo vegetale

Come raccomandato dagli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, al compimento dei 6 mesi i bimbi ...

Condividi con un amico