Home » Benessere » “Cercasi cavie umane per mangiare cioccolato” presso l’università di Pisa

“Cercasi cavie umane per mangiare cioccolato” presso l’università di Pisa

Che ne direste di offrirvi volontari per un esperimento scientifico? Pagati bene, anzi, più di quanto immaginiate. E se state cominciando a tremare pensando ad aghi, provette e virus misteriosi rilassatevi … la proposta viene dalla Università di Pisa la quale sta cercando “disperatamente” golosissimi del cioccolato!

Sembra assurdo che non si siano trovati al volo migliaia di volontari eppure è così: l’ateneo è stato costretto a mettere un annuncio e un bando pubblico per chiedere alla gente la partecipazione a questo nuovo studio che vuole testare la “Toscolata”, una particolare crema di cioccolata a base di prodotti locali che pare abbia buoni effetti curativi sull’apparato cardiovascolare, in particolare nelle persone a rischio infarto! No, non è uno scherzo… in fondo il 1° di aprile è ancora lontano. Invece, parlando sul serio, le ultime ricerche relative ai benefici del cacao e del cioccolato suo derivato hanno incoraggiato a portare avanti il progetto “Toscolata”.

Mangiando cioccolato, in modo moderato, si può contrastare il rialzo della pressione arteriosa, la insulino-resistenza, problemi vascolari e pure i problemi di piastrine. Ottimo antiossidante, buono anche come antinfiammatorio, ora si vuol vedere se a livello medico e non solo alimentare può servire come cura. Per questo serve sperimentare e per questo, a Pisa, occorrono 15 volontari di età compresa tra 35-65 anni da aggiungere a quelli già testati in passato. I volontari dovranno mangiare 40 grammi di cioccolato al giorno per due mesi, con solo un intervallo di 15 giorni. Forse la parte più difficile di tutto l’esperimento sarà proprio questa lunga, lunghissima pausa…!

admin

x

Guarda anche

Alimentazione, cosa mangiare al posto della carne

Cosa mangiare al posto della carne? Chi decide di ridurre o eliminare la carne dalla ...

Condividi con un amico