Home » Benessere » Ecco come il cervello ci fa riconoscere “l’odore” della paura

Ecco come il cervello ci fa riconoscere “l’odore” della paura

Ci sono degli odori che non sentiamo col naso ma… col cervello. Una capacità primordiale che risale a quando eravamo come animali, abituati a usare l’istinto e ad associare a tutto un odore ben preciso, forse anche con nasi più potenti di quelli che abbiamo ora dopo la “evoluzione”. Eppure queste capacità antiche sono rimaste in noi, nel nostro cervello.

Una ricerca americana dello Hutchinson Cancer Research Centre ha scoperto l’esistenza “dell’odore della paura”. E’ la capacità di identificare un pericolo dall’odore memorizzato la prima volta che lo abbiamo affrontato e che il cervello rispolvera quando lo risente, anche se noi col naso non lo percepiamo. “L’odore della paura” è memorizzato in un ristretto gruppo di cellule della corteccia cerebrale le quali trasmettono l’allarme a tutto il corpo quando “riconoscono” un determinato odore associato a un trauma o a un rivale o a un nemico.

Nei topi è un meccanismo presente e usato, negli altri mammiferi esiste un residuo e sicuramente anche l’uomo lo possiede anche se ormai il suo cervello lavora sempre meno. Gli animali scappano quando sentono l’odore del nemico ancora distante e in certi casi, come davanti a predatori veloci, è fondamentale l’anticipo. Noi uomini a volte lo sperimentiamo come nel caso di odori particolari sentiti durante un incidente o una aggressione, ma non sapevamo ancora come ciò avvenisse. La scoperta dell’ “odore della paura” nella corteccia cerebrale ci aiuterà a capire anche il meccanismo di molte fobie legate a “ricordi ancestrali”. Per individuare la zona esatta che scatenava quell’istinto, i ricercatori americani hanno legato dei virus resi inoffensivi ai neuroni che a loro volta si legano agli ormoni dello stress. Una volta inseriti nel cervello dei topi questi hanno sentito l’odore della paura di un predatore e gli scienziati hanno visualizzato l’attività nella zona “AmPir” (area di transizione tra amigdala e corteccia piriforme) del cervello.

admin

x

Guarda anche

Ecco perché gridare “Ahi !!” fa bene alla salute

Due università, una a Singapore e una in Spagna, hanno di recente rispolverato la tortura… ...

Condividi con un amico