Home » Benessere » Ora legale: pronti ad affrontarla

Ora legale: pronti ad affrontarla

Fare allarmismo per una cosa bella come l’ora legale non ci piace, e non ne faremo. Tuttavia occorre ricordare che spostare l’orologio un’ora avanti (fra le due e le tre di questa notte) qualche cambiamento lo comporta ai ritmi normali del nostro corpo che, come quello di tutti gli animali, funziona con la luce e il suo alternarsi al buio.

Si dormirà un po’ di meno nei primi giorni dopo il cambiamento, però si guadagnerà un’ora di luce in più alla sera, dunque i ritmi del nostro quotidiano si sposteranno tutti verso la sera. Ci sentiremo energici a fine giornata e tenderemo ad aumentare i nostri compiti. Attenzione, nel far questo, perché potrebbe soffrirne soprattutto il cuore. Non è l’ora legale il problema, quindi, ma il nostro modo di affrontarla. Se volete passare il trauma indenni cercate di dormire un po’ di più domani mattina, se non potete farlo cercate di recuperare al massimo il giorno di Pasquetta.
Dovete evitare di stressarvi almeno la prima settimana del cambio di ora, recuperando le ore di sonno durante il pomeriggio (chi può) e cercando di alleggerirvi i compiti del giorno. Anche l’alimentazione va controllata… meno grassi e più frutta. Rendete il corpo leggero per dargli maggior tempo di adattarsi al nuovo ritmo. Evitate i lunghi viaggi in macchina se non siete ben riposati, in questi primi giorni. Gli incidenti stradali non sono conseguenza dell’ora legale ma della vostra saggezza o follia.

admin

x

Guarda anche

Svezzamento, come preparare il brodo vegetale

Come raccomandato dagli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, al compimento dei 6 mesi i bimbi ...

Condividi con un amico