Home » Benessere » Lesioni al midollo, è ufficiale: le staminali funzionano

Lesioni al midollo, è ufficiale: le staminali funzionano

Per la prima volta in assoluto una equipe di ricerca della Università della California presso la San Diego School of Medicine è riuscita a operare sui ratti quel “miracolo” che tanti uomini attendono: la rigenerazione delle cellule lesionate del midollo, che causano paralisi a volte permanenti. Il lavoro dei ricercatori ha riprodotto, grazie alle cellule staminali, porzioni neuronali danneggiate riportando la capacità di movimento negli animali. Al lavoro hanno preso parte anche studiosi giapponesi.

La strada prima di cantar vittoria è lunga è faticosa, e ci vorranno altre ricerche, anche perché il fascio corticospinale, che nell’uomo si estende dalla corteccia cerebrale al midollo spinale, non si può riparare con la stessa facilità con cui ciò avviene nei ratti. Però finora non era mai accaduto nemmeno in questi animali che si riuscisse a “recuperare” delle cellule date per morte. “Per la prima volta abbiamo usato delle staminali neurali per capire se, a differenza di qualunque altro tipo di cellula già testato, sarebbero state in grado di supportare il processo di rigenerazione. E con nostra sorpresa lo hanno fatto”, dicono entusiasti gli scienziati.

Per prima cosa le cellule staminali sono state riprogrammate e reindirizzate a riprodurre cellule legate al movimento, dopo di che sono state impiantate nei ratti. Da lì si è vista la produzione in gran quantità di neuroni e sinapsi che sono andati a ricucire quelle interruzioni che impedivano il movimento. Il risultato ha visto anche un importante ruolo degli assoni corticospinali, cosa mai avvenuta prima. Ora si deve capire se la stessa tecnica funziona anche negli uomini, primo, e secondo se vale nel lungo termine. Infine se e quali cellule staminali usare nel caso delle lesioni midollari dell’uomo. Tante scelte e decisioni che solo il tempo e lo studio attento potranno risolvere.

admin

x

Guarda anche

Che cos’è il “ringiovanimento ovarico”

No, non è la nuova moda estrema del lifting ma per alcune donne è come ...

Condividi con un amico