Home » Benessere » Elise che ha salvato Laura dalla morte

Elise che ha salvato Laura dalla morte

Se Laura Ferrari (foto) tornerà a vivere i suoi 23 anni forse lo dovrà, oltre che alla competenza dei medici spagnoli, anche alla sua compagna di viaggio, la giovane belga Elise. Di lei si sa solo questo nome, ripetuto più volte dal fratello di Laura, Lorenzo: “Elise ha fatto, Elise ha detto…”. Ma come ha fatto Elise a salvare la vita a una ragazza schiacciata da un autobus accartocciato (quello dell’incidente che ha coinvolto le studentesse Erasmus italiane), mentre intorno a loro altre giovani vite morivano?

Ha avuto la prontezza di tirarla fuori dalle lamiere, non si sa con quale forza. Dopo di che, mentre gli altri feriti correvano a cercare aiuto o riparo, Elise è rimasta accanto a Laura. Le ha tamponato forte una brutta ferita che rischiava di farla morire dissanguata e le ha parlato, continuamente, ininterrottamente, per tenerla sveglia. Si può pensare che forse, data la situazione, sarebbe stato meglio per Laura perdere conoscenza e non soffrire… ma in realtà, con quella chiacchiera continua, Elise ha permesso ai neuroni del cervello dell’amica di rimanere attivi.
Questo significa che il cervello di Laura, pure viaggiando tra coscienza e incoscienza, manteneva un legame con la realtà che lo ha reso elastico e attivo quanto basta per non spegnersi. E dopo il coma farmacologico nel quale è stata tenuta per tutti questi giorni, ora che i medici stanno tentando il risveglio vedono che la ragazza risponde bene. Risponde subito. Forse Laura sarebbe morta dissanguata, forse sarebbe finita in coma come un vegetale… tutto questo non è successo perché una giovane donna ha avuto il coraggio e l’istinto di fare le cose giuste al momento giusto. Si spera di sapere qualcosa in più su Elise, anche soltanto il cognome. Perché è proprio una bella persona.

admin

x

Guarda anche

Svezzamento, come preparare il brodo vegetale

Come raccomandato dagli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, al compimento dei 6 mesi i bimbi ...

Condividi con un amico