Home » Benessere » Truffa alla Sanità sventata dai NAS

Truffa alla Sanità sventata dai NAS

Le truffe ai danni della Sanità sono sempre le peggiori da “digerire” perché mettono in mezzo la sofferenza delle persone. E chi le mette in atto davvero sembra non avere anima, come i soggetti che in associazione speculavano sulle dialisi a danno del Servizio Sanitario Nazionale. E’ avvenuto in Emilia Romagna, tra Parma e Reggio ed è stata sgominata dai NAS dei carabinieri.

Con un blitz finale avvenuto a Parma presso il centro nefrologico Dialcenter di via Zuffardi a Fornovo, sono finite in arresto due persone: il legale responsabile della società e un’infermiera professionale. Il primo oltre a svolgere l’attività di avvocato gestiva anche un centro medico in una città vicina, mentre la donna lavorava come coordinatrice dei movimenti illeciti delle persone coinvolte. Una terza persona è stata colpita da provvedimento che lo interdice dalla professione medica per 12 mesi: si tratta dello specialista del centro, un medico di Reggio Emilia.
Oltre al reato di truffa, a queste persone viene anche contestato il reato di violenza privata avvenuta ai danni del personale dei due centri medici. Diverse persone infatti sono state costrette a scrivere dati falsi sulle cartelle dei pazienti, registrando dialisi mai eseguite, il tutto sotto pesanti minacce. La truffa mirava ovviamente a ottenere cospicui rimborsi su operazioni sanitarie che in realtà non esistevano proprio.

admin

x

Guarda anche

Che cos’è il “ringiovanimento ovarico”

No, non è la nuova moda estrema del lifting ma per alcune donne è come ...

Condividi con un amico