Home » Benessere » Allarme ftalati: li mangiamo insieme al Big Mac

Allarme ftalati: li mangiamo insieme al Big Mac

La George Washington University (USA) sta conducendo delle ricerche sull’aumento dei livelli di sostanze chimiche nelle urine dei cittadini americani. La maggior parte di questi, sono abituati a mangiare cibi da fast food e bevande in bottiglie di plastica. La coincidenza non è casuale, infatti questi prodotti possono essere contaminati dagli ftalati.

Queste sostanze, di solito, sono usate nelle industrie della plastica per rendere i contenitori di questo materiale più elastici e facilmente pieghevoli. Il problema è che in determinate condizioni di conservazione o di consumo, possono “trasudare” dalla plastica e passare nel cibo. Succede ad esempio se si tiene troppo tempo l’acqua in bottiglie di plastica, se si consumano Coca Cola o aranciate con troppa lentezza. Succede se si mangia troppo spesso cibo imballato nei sacchetti, se lo si mangia troppo caldo o se lo si conserva male in estate. In linea di massima però anche nelle migliori condizioni gli ftalati passano nel corpo.

Come evitare questo rischio? Impossibile dire alla gente di rinunciare al Big Mac o alla Coca Cola Zero … ma per lo meno è bene informarli. Mettere sulle etichette degli avvisi a riguardo, fare campagna informativa. Se la persona sa quali rischi corre, magari sarà lei stessa a diminuire il consumo di questi cibi troppo a contatto con la plastica. La Federconsumatori chiede, per questo, al Governo e a chi si occupa della sicurezza dell’alimentazione di procedere almeno con delle etichette informative. Se non lo si fa si va incontro ad aumenti drastici di casi di cancro e di disfunzioni ormonali.

admin

x

Guarda anche

Alimentazione, cosa mangiare al posto della carne

Cosa mangiare al posto della carne? Chi decide di ridurre o eliminare la carne dalla ...

Condividi con un amico