Home » Benessere » L’incontinenza giovanile può avere cause neurologiche

L’incontinenza giovanile può avere cause neurologiche

L’incontinenza non è solo un problema degli anziani e non è solo un problema femminile. Ci sono diversi casi in cui può manifestarsi anche in giovane età e anche in soggetti di sesso maschile. La perdita del controllo delle urine di solito non comporta cause gravi, salvo quelle che possono rendere imbarazzante la vita sociale. Ma se si associa a perdita di feci, è bene indagare per capire se il problema è fisico o neurologico.

Infatti una delle cause dell’incontinenza può essere legata a un disagio del cervello o del midollo. Nel primo caso, di solito si verifica a seguito di traumi o malattie mentre se è coinvolto il midollo molto probabilmente si tratta di disturbi come la cauda equina. La cauda equina è una compressione dei nervi della parte bassa della colonna, dovuta a un’ernia discale. I nervi lesionati non governano più bene i muscoli del basso ventre e così si ha difficoltà a trattenere urina e a volte anche le feci.
Dunque se la causa dell’incontinenza è neurologica, la soluzione passa da una visita specialistica, da indagini accurate e dalle terapie consigliate che vanno seguite con costanza. In più, si deve intervenire sul fattore puramente psicologico. La paura di “fare figuracce” va superata perché da sola può riproporre il problema anche quando questo non c’è. L’incontinenza giovanile può manifestarsi in soggetti ancora relativamente prestanti… parliamo di persone di età compresa fra 30 e 40 anni. Più raro trovarla in soggetti ventenni. In quel caso, l’indagine è d’obbligo perché potrebbe nascondere cause più importanti che vanno risolte subito.

admin

x

Guarda anche

Rischio autismo aumenta con nonna fumatrice

Il rischio autismo si potrebbe ereditare dalla nonna fumatrice. A sostenerlo è una ricerca condotta ...

Condividi con un amico