Home » Benessere » Meningite: ora è psicosi ovunque

Meningite: ora è psicosi ovunque

Non più solo la Toscana, la meningite ora fa paura ovunque. Di qualche giorno fa la notizia di una giovane di 18 anni, pallavolista del Lazio, ricoverata in gravi condizioni a Roma con tutti i sintomi della meningite. In attesa di sapere come sta, o se sia davvero meningite, nel frattempo arriva anche la notizia di un altro ricovero, stavolta a Napoli.

Si tratta in questo caso di un bambino di soli 5 anni, ricoverato al “Cotugno”, in condizioni critiche dopo una forte febbre con vomito e stati di coscienza alterata. I sintomi fanno pensare tutti alla meningite ma ancora i risultati non si hanno. Ciò non ha impedito alle mamme dei compagnetti di asilo di entrare nel panico e di chiedere informazioni su come proteggere i piccoli da un eventuale contagio.
Bisogna dire che non tutti i tipi di meningite sono contagiose e che prima di applicare qualsiasi misura di emergenza occorre avere certezza sul tipo di malattia. Per sicurezza la scuola sta eseguendo controlli medici su tutti i bimbi e sulle loro famiglie, nella speranza di avere presto buone notizie dalla Rianimazione del “Cotugno”. La ASL non può far altro che invitare alla calma e all’informazione corretta, ma è difficile far ragionare una intera popolazione in preda alla paura. Sicuramente l’idea della regione Toscana di rendere obbligatori i vaccini anti meningite potrebbe diffondersi un po’ in tutta Italia.

admin

x

Guarda anche

Bimbi non vaccinati trasmettono il morbillo al fratellino, che muore

Prima vittima della filosofia No Vax: un bambino di 6 anni, di Monza, è morto ...

Condividi con un amico