Home » Benessere » Quei bimbi tanto timidi da sembrar muti

Quei bimbi tanto timidi da sembrar muti

Si chiama Mutismo Selettivo (MS), un disturbo d’ansia rilevato spesso nei bimbi più timidi e sensibili che tendono a isolarsi smettendo di parlare. Un mutismo finto, però, perché questi stessi bimbi parlano e ridono con mamma e papà, con gli zii e i fratelli. Insomma, si aprono solo con persone di cui si fidano e da cui si sentono capiti. Pur apparendo muti, il loro problema non è nel linguaggio ma nel cervello. E’ una scelta che fanno, sebbene inconsapevolmente.

Il disturbo colpisce più di tutti i bambini bilingue, o multilingue, perché sono sballottati da un registro all’altro… magari parlano arabo col papà, francese con la mamma e italiano a scuola. Per non parlare poi dei vari dialetti! E davanti a questa confusione totale preferiscono non parlare affatto. Un fenomeno, questo, che con l’arrivo di tanti migranti potrebbe moltiplicarsi nelle scuole e negli asili. La scelta del mutismo è dovuta a una paura specifica spesso estranea al rapporto col pubblico: potrebbe essere paura dell’abbandono, di dover obbedire a ordini sgradevoli e così via. Scambiati per timidi, vengono spesso ignorati e il problema non si affronta.

Oggi però ci sono molti approcci psicanalitici per curare questo tipo di disturbo. Uno molto efficace, sebbene molto lento perché richiede tempo, è quello di abituare i bimbi poco per volta. Come uno dei casi recentemente studiati, quello della piccola Sarah (4 anni). Inizialmente Sarah entra all’asilo con la mamma e gioca con lei. Poi entra l’educatrice che pian piano entra nel gioco e diventa “persona fidata”. A questo punto la mamma con una scusa “sparisce” e la bimba resta a giocare sola con la maestra. Poi man mano entrano nel gioco gli altri bambini finché non sarà Sarah stessa a chiedere di giocare nella stanza comune con gli altri. Protagoniste famose di un caso di Mutismo Selettivo furono negli anni Settanta le gemelle inglesi June e Jennifer Gibbons (oggi sopravvive solo June) che avevano sviluppato un linguaggio segreto tra loro e rifiutavano di esprimersi con chiunque altro.

admin

x

Guarda anche

Bimbi non vaccinati trasmettono il morbillo al fratellino, che muore

Prima vittima della filosofia No Vax: un bambino di 6 anni, di Monza, è morto ...

Condividi con un amico