Home » Benessere » Un libro contro lo “pseudogiornalismo” scientifico

Un libro contro lo “pseudogiornalismo” scientifico

Districarsi tra le notizie del web non è facile, nemmeno per chi scrive come noi. Bisogna valutare se è una bufala, se è qualcosa di vecchio passato per nuovo, o se è talmente nuovo da non avere ancora la certezza. Spesso cadono in inganno le stesse fonti, che forniscono la notizia di base, e di seguito chiunque la riporti. Ma c’è anche un giornalismo che lancia notizie false in perfetta malafede.

Notizie di miracoli, di rimedi unici al mondo, ma anche notizie di “pandemie” che non ci sono, di “eruzioni catastrofiche” inesistenti, o di previsioni dei terremoti (impossibili!). Il tutto senza mai consultare veri dati scientifici, e questo confonde la gente, la porta a non fidarsi più di nulla di quel che legge… incluse le notizie vere. Per combattere questa cattiva abitudine ecco un libro che cerca di aiutarci a capire meglio le notizie. Lo hanno scritto Piero Angela, Marco C.Mastrolorenzi e Cristina DaRold – pubblicato da C1V Edizioni.
Il libro, intitolato “Giornalismo Pseudoscientifico” è stato presentato all’Università Tor Vergata di Roma.
Si affronta l’argomento del giornalismo sensazionalista partendo proprio dalle cure miracolose fino ad arrivare ai disastri naturali. La cosa che molti non sanno è che a volte sono i ricercatori stessi (alcuni, non tutti) a pubblicare lavori poco curati e poco completi pur di avere un certo numero di pubblicazioni all’attivo. In un mondo di notizie rapide come quello moderno, la cura e la certezza di cosa si scrive devono essere la preoccupazione principale.

admin

x

Guarda anche

Che cos’è il “ringiovanimento ovarico”

No, non è la nuova moda estrema del lifting ma per alcune donne è come ...

Condividi con un amico