Home » Benessere » Ecco perché certi tumori resistono alle cure

Ecco perché certi tumori resistono alle cure

Il cerchio si stringe intorno al tumore. Da poco al San Raffaele di Milano si è scoperto il meccanismo che “avvia” la malattia, ora dalla Columbia University si trova il metodo con cui le cellule tumorali resistono ad alcuni farmaci. Tutte scoperte che permettono di ingaggiare una migliore lotta al cancro, in tutte le sue manifestazioni. La scoperta della Columbia in particolare è molto interessante.

Grazie all’analisi molecolare condotta su 1200 tipi di tumore diverso, si è giunti a capire il processo che induce alcune cellule malate a resistere agli attacchi delle terapie, come conferma il dottor Iavarone, italiano a capo della ricerca e già autore di importanti studi sul DNA. Lo studio ha preso spunto da alcuni tumori che tornavano spesso con molte recidive, come quelli del cervello, e per prima cosa è stato “analizzato il materiale genetico di quelli alla prima diagnosi. Ora è iniziata la fase successiva con l’obiettivo di confrontare il DNA del tumore prima e dopo il trattamento”.

Il risultato ha isolato circa 100 tumori più ricorrenti, che sebbene vinti con un primo ciclo di terapie con la seconda comparsa sembravano essersi “assuefatti” ai farmaci precedenti, non rispondendo più. Se un tumore non viene del tutto eliminato, la cellula sopravvissuta sviluppa una alterazione chimica che le permette di riconoscere il farmaco usato e di resistergli, per questo motivo avviene il fallimento di molte cure. Ma i ricercatori sanno come neutralizzare gran parte di queste alterazioni, che possono anche essere aggredite con farmaci nuovi. E’ assolutamente fondamentale lavorare sulle terapie personalizzate come si sta facendo ormai da alcuni anni e come si farà sempre più in futuro. E’ l’unica arma per sorprendere il tumore.

admin

x

Guarda anche

Che cos’è il “ringiovanimento ovarico”

No, non è la nuova moda estrema del lifting ma per alcune donne è come ...

Condividi con un amico