Home » Benessere » Allarme AIDS: in Italia aumentano i contagi

Allarme AIDS: in Italia aumentano i contagi

Allarme AIDS! Invece di combattere coraggiosamente l’ultima battaglia (si sperava di sconfiggere il virus prima del 2050) il nostro Paese regredisce e abbandona il campo. Quattromila nuovi casi ogni anno, quasi tutti tra giovani di età compresa tra 25 e 30 anni, il 60% diagnosticato con enorme ritardo per colpa della mancata prevenzione e della sottovalutazione dei sintomi.

Se si considera che un giovane italiano su 10 non fa uso alcuno di protezioni durante il sesso si capisce che i conti quadrano. Purtroppo. La regione che preoccupa più di tutte è la Lombardia, con circa 20.000 sieropositivi ma è seguita a ruota immediata dal Lazio. Se la cosa non stupisce, data la presenza nelle due regioni di metropoli come Milano e Roma, comincia a stupire quando al terzo posto troviamo la “sana” Emilia Romagna e Liguria al quarto. In tutto questo panorama l’unico dato positivo è che la mortalità è calata… ma davanti all’aumento del contagio c’è poco da consolarsi.

Il dramma nel dramama è che il 25% dei sieropositivi ancora non sa di esserlo e quindi può continuare a trasmettere il virus a persone sane. Per questo E’ IMPORTANTISSIMO proteggersi durante i rapporti sessuali, anche se si conosce la persona da alcuni anni. L’AIDS si manifesta dopo una lunghissima incubazione e senza cautele tutti si è a rischio. Cautela anche per chi lavora nella sanità e viene a contatto ogni giorno col sangue dei pazienti o con organi interni. Dal 6 all’8 giugno si svolgerà a Milano il convegno ICAR (la conferenza sulla ricerca contro l’AIDS in Italia) e sarà l’ennesima occasione per parlare ancora e ancora, ai giovani soprattutto ma anche a troppi adulti che prendono sottogamba la sicurezza personale e del proprio partner.

admin

x

Guarda anche

Attenti alla foto-bufala, ma non sottovalutate mai l’AIDS

Forse avete visto o state vedendo proprio in queste ore l’avviso che gira via web ...

Condividi con un amico